Juve, cessioni pesanti in vista? I sacrifici meno dolorosi per i bianconeri

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Bilancio nettamente in rosso per la Juventus. La Vecchia Signora ieri ha pubblicato la relazione finanziaria semestrale relativa al secondo semestre del 2020, corrispondente all'ultima parte della scorsa stagione con un rosso che supera i 100 milioni di euro.

Pesa la crisi Covid e la Juve non ha escluso cessioni, pur garantendo la continuità e la stabilitià aziendale: "Senza pregiudizio per la prosecuzione dell’attività sociale, Juventus - pur in un contesto influenzato dalla ridotta liquidità del sistema conseguente al perdurare della crisi - potrebbe far ricorso ad operazioni di cessione di diritti alle prestazioni sportive di calciatori. Il progetto impostato a 360 gradi dalla Juventus in questi dieci anni garantisce continuità e stabilità nonostante i freddi numeri possano preoccupare. Ma una campagna di ridimensionamento non può affatto essere esclusa".

Adrien Rabiot | Quality Sport Images/Getty Images
Adrien Rabiot | Quality Sport Images/Getty Images

Quali potrebbero essere le cessioni pesanti in casa Juve per sistemare il bilancio? In questa stagione i bianconeri hanno abbassato drasticamente il monte ingaggi, con tanti prestiti, e in estate potrebbero proseguire su questa rotta. Federico Bernardeschi, che guadagna 4 milioni di euro netti, non rientra nei piani e potrebbe andare via. Un altro elemento che potrebbe permettere alla Juve di incassare una buona somma è Paulo Dybala. L'attaccante argentino ha un contratto fino al 2022, tarda a rinnovare, e senza prolungamento potrebbe anche lasciare la Juventus.

Altri due elementi potrebbero essere Adrien Rabiot e Aaron Ramsey, due calciatori che guadagnano 7 milioni netti a stagione e sono arrivati entrambi a costo zero: una loro partenza porterebbe una plusvalenza importante e permetterebbe alla Juve di risparmiare una grande cifra sugli ingaggi, procedendo nel solco scavato quest'anno. Occhio poi alle sorprese, come ad esempio Merih Demiral, difensore classe '98 che non ha voglia di fare il 4° centrale ancora a lungo. Se non dovessero esserci delle garanzie tecniche potrebbe anche arrivare una cessione remunerosa (si è parlato di 40 milioni).

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juve e della Serie A.