Juve, Cherubini: 'Da Ronaldo nessun segnale di addio. Mercato? Ecco è la strategia'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Dopo anni di lavoro spesso nell'ombra, ora è arrivato il momento di prendere il timone dell'area sportiva. Arrivato nel 2​012, passato da ogni livello tecnico della Juventus, è Federico Cherubini il direttore sportivo, ruolo che ricopre già dalla passata stagione ma ora ci saranno responsabilità decisamente superiori per lui. Queste le parole della sua prima conferenza stampa.

BELLI E VINCENTI - "Credo che la vittoria determini poi anche la bellezza di una squadra. Noi puntiamo su disciplina, sacrificio, cultura del lavoro. Se poi tutto passa attraverso del bel gioco, anche meglio. Diciamo che vincere è abbastanza importante"

RONALDO - "Non abbiamo ricevuto nessun segnale riguardo un trasferimento di Ronaldo, né abbiamo lanciato alcun segnale noi. Parliamo di un giocatore che ha segnato 36 volte in 44 partite. Siamo contenti e convinti che dopo le vacanze possa aggregarsi alla squadra. I segnali attuali non vanno nella direzione di un trasferimento di Ronaldo, che per noi è centrale nel nostro progetto. Questo è quello che posso dire ad oggi, poi non ho la sfera di cristallo e non possa sapere cosa accadrà in futuro".

ROSA - "Arriviamo in questa stagione con squadra estremamente competitiva. Potremmo anche non fare operazioni di mercato, è d'accordo anche il nostro allenatore (Allegri). Sappiamo che cogliendo opportunità si possa anche migliorare la rosa, non è detto che capiterà. Dobbiamo rispettare il piano, siamo convinti di avere grandi margini di crescita con il patrimonio tecnico a nostra disposizione. Saremo vigili sul mercato, ma in linea con i nostri parametri tecnici ed economici"

PARATICI - "Ho avuto la fortuna di arrivare in Juventus proprio grazie al rapporto che avevo instaurato con lui. Poi ho avuto fortuna di lavorare con lui e con Marotta, sono stati due dirigenti che mi hanno dato tanto, con Paratici il rapporto è andato al di là dell'aspetto professionale. Se penso a una qualità vorrei rubargli un po' di quel fuoco, quella passione che ha nell'affrontare questo lavoro giorno dopo giorno"

ALLEGRI - "Abbiamo avuto modo di confrontarci a lungo. A me sembra di aver ritrovato un Allegri estremamente voglioso di tornare in campo, questo è il ruolo che la Juve gli chiede. Poi c'è grande sintonia e confronto, sicuramente è stato fatto anche in passato e non c'è bisogno di una nuova carica per parlare di acquisti e squadra. La conoscenza e il rapporto che abbiamo da anni penso possa essere un aspetto positivo"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli