Juve, chi si rivede: Buffon ritrova il Verona ed eguaglia un record di Maldini

Sono passati 490 giorni da quel 19 maggio 2018: allo Stadium di Torino, la Juve già campione d'Italia ospitava il Verona. Una data impressa nella memoria di tutti i tifosi bianconeri e soprattutto di Gigi Buffon. Tanto che, nei giorni scorsi, il portiere ha scritto su Instagram: "Sabato si gioca Juve-Verona, una partita che per me non sarà mai normale". Il motivo? Presto detto. E' la data dell'ultima apparizione di Gigi con la maglia della Juve, quella che ha difeso con orgoglio e merito per diciassette lunghissimi anni.

GIGI-BIS - O meglio, era la data dell'ultima apparizione di Gigi in maglia bianconera. Perchè quest'oggi, alle 18, gli spettatori dello Stadium si accenderanno ancora su Juve-Verona. Non è l'ultima giornata ma la quarta. La Juve, a differenza di allora, non è prima in classifica. Eppure, alcune cose saranno uguali. Come quei pali difesi da Buffon, tornato a sorpresa nel corso dell'estate e pronto a rimettersi al servizio della sua Vecchia Signora. Sarri - visto il grado di difficoltà della gara e la serie di impegni ravvicinati (mercoledì scorso la Champions a Madrid, martedì la trasferta di Brescia) - ha deciso di dargli una chance, e Gigi vuole sfruttarla. 

RECORD - Lo stimolo in più è dato da statistiche e storia. Con il gettone di oggi, infatti, raggiungerebbe Paolo Maldini a quota 902 gare giocate con la Juve, diventando - insieme all'ex capitano rossonero - il giocatore italiano con più presenze in un club. L'obiettivo, però, è quel 647 che affianca Maldini al primo posto della classifica delle presenze in Serie A. Buffon è a 640 e già oggi può andare a meno sei. Prima di fare calcoli, però, c'è il Verona: un flashback a tinte gialloblù per il Buffon-bis. 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...