​Juve, Chiellini è insostituibile: uno fra Bonucci e De Ligt resta fuori

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'inizio di stagione della Juventus e della Nazionale ha confermato una certezza, per i bianconeri e per il calcio italiano: Giorgio Chiellini è insostituibile. Senza di lui, la Juve ha perso in casa con l'Empoli, senza di lui la Nazionale ha preso gol in casa e pareggiato contro la Bulgaria. Con lui, la difesa di Mancini ha vacillato in alcuni frangenti della partita, ma ha concluso la gara contro la Svizzera con un clean sheet, mancando la vittoria solo a causa degli errori sottoporta, e dal dischetto. Nella Juve, è Chiellini a parlare con Allegri a bordo campo per dire che "non è una squadra", ed è sempre lui a far dire a Danilo, intervistato in Brasile, che il rinnovo biennale del contratto del capitano è "un fattore importante, Chiellini è un simbolo all'interno della società". Passano gli anni, cambiano i ct e gli allenatori, ma sia in bianconero che in Nazionale l'apporto del centrale livornese continua a essere fondamentale, e insostituibile. Tanto da far sorgere spontanea una domanda: a Napoli, in Champions a Malmoe, con il Milan e nei match cruciali della stagione della Juve, chi giocherà titolare nella Juve accanto a Chiellini? Bonucci o De Ligt?

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli