Juve, chiuso l'aumento di capitale: pareggio di bilancio nel 2024, c'è un rischio

·1 minuto per la lettura

Chiuso ufficialmente l'aumento di capitale della Juventus. Il dato positivo sono le risorse incamerate dal club ma su questo non c’erano dubbi perché il consorzio di banche garantiva di sottoscrivere le azioni non richieste dal mercato. Le perdite degli ultimi 4 anni, circa 360 milioni, e quelle previste quest'anno saranno dunque assorbite dal nuovo flusso di denaro, ma la situazione va monitorata.

LE CONDIZIONI - Il club vale 843 milioni di euro, ma i soci ne hanno versati 700 negli ultimi due anni. Il business plan juventino prevede il pareggio solo nel 2024, subordinato a condizioni che effettivamente nessuno può garantire: la qualificazione alla Champions League ogni anno e il passaggio agli ottavi in ogni edizione (oltre al 2021-22, anche nel 2022-23 e 2023-24). La generazione di cassa dovrebbe tornare positiva quest'anno ma il costo della rosa resta alto e difficilmente la perdita 2021/22 scenderà sotto i 100 milioni di euro, prima di eventuali plusvalenze che possano aiutare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli