Juve, con Cuadrado-Alex Sandro sta finendo un'era: pronta la rivoluzione in fascia

La Juventus 2022/23 si avvia a chiudere definitivamente un'era che dura dall'ormai lontano 2015. In panchina sedeva già Massimiliano Allegri e in quell'estate la società bianconera innestò in rosa due esterni di grandissimo talento che nel corso degli anni successivi fecero i successi dei bianconeri. Prima il brasiliano Alex Sandro fu acquistato per 26 milioni di euro dal Porto e poi il colombinao Juan Cuadrado arrivò in prestito oneroso da 1,5 milioni dal Chelsea, poi rinnovato e trasformato negli anni successivi fino all'acquisto definitivo. Oggi entrambi sono in scadenza 30 giugno 2023 e si apprestano a vivere, salvo sorprese, quella che dovrebbe essere la loro ultima stagione in bianconero.

CUADRADO E I FASTIDI SUL RINNOVO - In realtà sul colombiano i dubbi non ci sarebbero stati, se non fosse che quest'estate la scelta di esercitare la clausola di rinnovo unilaterale del suo contratto a 4,5 milioni di euro a stagione ha infastidito e non poco il club bianconero, che puntava a diluire quella cifra su più anni pur di abbassare l'impatto a monte ingaggi. In più, e in queste ore è diventato virale un video dello spezzone della gara contro il PSG (con un retropassaggio dall'area di rigore offensiva verso la propria metà campo), il Cuadrado mattatore, in grado di puntare sempre l'uomo creando la superiorità numerica, sta iniziando a venir meno così come il ruolo di "equilibratore" per cui va matto Allegri.

IL CALO DI ALEX SANDRO - Il calo di Alex Sandro, invece, ha radici profonde e lontane, con la Juventus che ormai da due stagioni sta provando a liberarlo o cederlo senza mai trovare una soluzione per colpa di un ingaggio da 6 milioni netti annui impraticabile per chiunque lo abbia cercato. Il disastro difensivo in Supercoppa contro l'Inter l'anno scorso, l'alternanza con Luca Pellegrini (quest'anno mandato in prestito secco all'Eintracht per giocare e tornare a disposizione a fine stagione) mal digerita e i primi acciacchi fisici lo porteranno naturalmente verso la scadenza dell'attuale accordo.

PRONTA LA RIVOLUZIONE - Non è un caso che la Juventus abbia iniziato a muoversi nel ruolo già nell'ultima campagna acquisti quando fu fatto un tentativo per Renan Lodi a 15 giorni dal gong del 1 settembre. Il mercato dei terzini è quello che la Juventus sta seguendo maggiormente, con Grimaldo del Benfica (scadenza 2023) diventato il profilo più interessante, ma anche Singo del Torino, Arana del Corinthians (scadenza 2024) e non dimenticando l'acquisto già effettuato, ma mandato in prestito al Bologna di Cambiaso. Chiunque sarà la fine di un'era sta arrivando in casa Juve. Con il presente di Alex Sandro e Cuadrado che si avvia a diventare passato.