Juve in crisi: chiesto alla squadra un nuovo rinvio per gli stipendi, si cercano 100 milioni di plusvalenze sul mercato

·1 minuto per la lettura

La crisi economica dovuta alla pandemia coronavirus coinvolge tutti, anche la Juventus, non agevolata dall'eliminazione agli ottavi di finale in Champions League. Come un anno fa, il club bianconero avrebbe chiesto alla squadra un sacrificio per gli stipendi, rimandando al prossimo esercizio 2021/2022 il pagamento almeno parziale delle ultime quattro mensilità di questa stagione: marzo, aprile, maggio e giugno.

Ora toccherà ai calciatori andare incontro alle necessità della società del presidente Andrea Agnelli. L'anno scorso risultò determinante l'opera di mediazione da parte dei senatori Buffon e Chiellini, il cui futuro a Torino ora è in dubbio. La Juventus sta poi cercando di fare cassa sul mercato in uscita. Sempre secondo il Corriere dello Sport, si cercano plusvalenze per 100 milioni di euro entro il prossimo 30 giugno: mezza rosa è in vendita. Scopri di più su Pokerstarsnews.it