Juve, Dybala è sul mercato. Da Griezmann e Icardi a Pogba, ecco come la Joya può diventare moneta di scambio

·3 minuto per la lettura

Paulo Dybala e la Juventus, un sodalizio che potrebbe interrompersi la prossima estate dopo 6 stagioni e al termine dell'anno più complicato per il calciatore argentino. Dal Covid contratto nel marzo dello scorso anno ai ripetuti infortuni, la Joya è finito inevitabilmente ai margini della squadra e l'intricatissima vicenda relativa al rinnovo del contratto in scadenza nel 2022 ha fatto il resto. Le parole nei giorni scorsi del vicepresidente bianconero Pavel Nedved hanno aperto all'ipotesi della cessione a giugno, con la Juve che spera di poter utilizzare il suo numero 10 come preziosa moneta di scambio.

L'INTRIGO CON GRIEZMANN - Su calciomercato.com vi abbiamo parlato nei giorni scorsi della possibilità che si riapra un canale mai interrotto col Barcellona, dopo l'operazione che ha portato Arthur a Torino e Pjanic a vestire il blaugrana: al Camp Nou c'è un Griezmann che non ha mai pienamente convinto e soprattutto che non ha mai legato dal punto di vista tecnico con Leo Messi, che spinge per avere al suo fianco il connazionale Aguero, mentre Koeman continua a spingere per Depay del Lione. Soltanto un'ipotesi ad oggi quella di vedere Griezmann al centro dell'attacco juventino e Dybala in terra spagnola, ma, a un solo anno dalla scadenza e con margini molto risicati di colmare la distanza tra domanda e offerta (il giocatore chiede almeno di pareggiare i 12 milioni di De Ligt), soltanto l'idea di uno scambio alla pari consentirebbe alla Juve di non doverlo svendere e anzi accarezzare l'idea di una plusvalenza.

VECCHIO PALLINO - Tra i club con cui i bianconeri hanno già effettuato operazioni simili o con cui hanno abbozzato un progetto ci sono certamente il Manchester City (Danilo-Cancelo), Paris Saint-Germain e Manchester United. Nella formazione di Guardiola gioca dal 2017 quel Gabriel Jesus che è un pallino di vecchia data di Fabio Paratici: ha il contratto in scadenza nel 2023 e anche in questa stagione, nonostante la lunga assenza dai campi di gioco di Aguero, non è stato un titolare fisso. Il tecnico catalano ha più volte optato per la soluzione a lui cara del finto centravanti e, in caso di maxi investimento nella prossima estate per un centravanti (Haaland o Kane sono le prime scelte per i Citizens), il brasiliano potrebbe non essere più considerato indispensabile.

VIDEO - Oriana e Dybala, quando il video diventa imbarazzante

ICARDI O POGBA? - Un problema quello di individuare un nuovo numero 9 che trovi la porta con maggiore regolarità di Morata condiviso dalla Juventus, che da anni sogna di piazzare al centro dell'attacco Mauro Icardi. Le conferme altamente probabili a Parigi di Mbappé e Neymar e l'idea di Leonardo di riscattare Moise Kean dall'Everton chiuderebbero ulteriormente gli spazi all'ex capitano dell'Inter, creando in questi modi i presupposti per un ipotetico scambio col connazionale Dybala. C'è infine la terza opzione, suggestiva e molto invocata nella piazza bianconera di mettere in piedi un'operazione col Manchester United per riportare a Torino Paul Pogba. In scadenza nel 2022, il centrocampista sarebbe il rinforzo ideale per alzare sensibilmente il tasso tecnico della mediana di Pirlo; i rapporti tra Raiola e il club inglese sono guastati da tempo, mentre già due estati fa Dybala aveva sfiorato la maglia dei Red Devils con Lukaku in direzione Juve, prima che l'Inter chiudesse l'affare su pressione di Conte. Tante soluzioni, una sola idea: Dybala e la Juve non sono stati mai così lontani.

VIDEO - Pirlo: "Dybala e Arthur? Sono infortuni particolari"