Juve, Dybala segna e non esulta: sguardo di sfida verso la tribuna

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Un gol per rispondere a un momento difficile e poi esultare? Paulo Dybala non è di questo avviso e conferma le tensioni alla Juventus. L'attaccante argentino ha sbloccato la sfida con l'Udinese segnando con il suo mancino al 19': niente 'Dybala mask', niente urla di gioia, niente di niente. La Joya non ha festeggiato il gol e si è limitato a gettare un lungo sguardo verso la tribuna: freddo, di sfida, polemico dopo una settimana da protagonista assoluto sul mercato.

TRA RINNOVO E INTER - Già, perché il rinnovo del contratto è ormai in stand by da tanto, troppo tempo e le recenti critiche del nuovo ad bianconero Maurizio Arrivabene ("Avevamo programmato di vederci a febbraio, anche per fare delle valutazioni. Ognuno deve guadagnarsi il proprio posto in squadra e dimostrare il valore che gli si dà, senza se e senza ma. Vediamo nelle prossime partite" e "Voglio vedere carattere, grinta e voglia di vincere. Poi chi porta il numero 10 sulla schiena, nella Juventus, deve rendersi conto del peso che questo numero ha per noi") hanno evidenziato una situazione di incertezza e tensione. Nella quale si sono nuovamente inserite le squadre interessate a Dybala, tra cui l'Inter: Marotta resta alla finestra e analizza i segnali da Torino. E quello sguardo di sfida verso la tribuna non passa certo inosservato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli