Juve, il rapporto ingaggio/resa non ha funzionato: ora è vietato sbagliare, Pogba e Di Maria da all-in

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Dybala 7,5, Ramsey 7, Rabiot 7, Alex Sandro 6, R Arthur 5, Bernardeschi 4. Non sono voti in pagella, ma i milioni all'anno percepiti da questi giocatori da contratto con la Juventus. Troppi? In teoria no, visto il valore sulla carta dei giocatori in questione, ma la carta non va in campo, e allora si capisce senza troppe difficoltà per quale motivo Dybala e Bernardeschi non sono stati rinnovati e si cercano nuovi innesti nei ruoli di centrocampista, terzino sinistro ed esterni.

JOYA? POCA - Dybala merita un discorso a parte. La classe dell'argentino, che si è reso protagonista di una stagione non disastrosa come quella di altri compagni, non è in discussione, ma la Juve non può permettersi di pagare un attore non protagonista (tale si è rivelato nei piani di Allegri) così tanto. Solo De Ligt guadagna di più, almeno per ora. E così siamo arrivati ad un addio pieno di lacrime.

ALL-IN SU POGBA E DI MARIA - La scelta è stata fatta: i 7,5 milioni che verranno "risparmiati" su Dybala andranno tutti convogliati nell'ingaggio proposto a Di Maria, 8 milioni per un anno con opzione per la seconda stagione. E Pogba? A lui dovrebbero "far posto" Ramsey e Bernardeschi, i cui stipendi attuali andrebbero a coprire gli 8 milioni più corposi bonus allestiti per il Polpo. Un'operazione di ritorno e una di grande attrattiva che, se non fruttassero come sperato, sarebbero pesantissime per le casse bianconere, ultimamente stimolate in maniera massiccia per aggiungere Vlahovic in corso d'opera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli