Juve, il regalo sotto l'albero: un 9 'alla Icardi' per Allegri

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Estate 2021, in casa Juventus l'incertezza sul futuro di Cristiano Ronaldo regna sovrana e la possibilità di un addio diventa sempre più concreta. Allegri, divenuto nuovo allenatore del club bianconero si siede attorno a un tavolo con il presidente Agnelli e chiede l'acquisto, a prescindere dalla scelta di CR7, di un centravanti puro da inserire in attacco. Il preferito all'epoca era Dzeko, finito poi all'Inter, ma al termine della sessione estiva, con Ronaldo fino al Manchester United e l'acquisto in extremis di Moise Kean al suo posto, l'allenatore livornese uscito dal celebre Gabbione mise nero su bianco quella che sarebbe poi diventata la sua unica grande richiesta a Babbo Natale.

UN 9 VERO... - Quel messaggio mandato ad Agnelli ad inizio estate e mai soddisfatto dalla proprietà, che ha reso la prima parte di stagione della Juventus difficoltosa nella gestione del passaggio dai due anni di Sarri-Pirlo al ritorno alla sua metodologia, e che oggi grida ancora vendetta. Allegri vuole un centravanti boa da inserire al centro del suo attacco, che occupi l'area con caratteristiche fisice, a cui appoggiarsi quando il centrocampo tutt'altro che splendente di queste annate, fatica nell'uscita palla al piede. Insomma un 9 vero.

...ALLA ICARDI - Dzeko, come detto, non è più sul mercato e anzi, fa le fortune della rivale di sempre, ma proprio in questo intreccio Inter-Juve potrebbe inserirsi quella che oggi rappresenta la più grande opportunità di mercato per l'attacco dei bianconeri. Mauro Icardi è infatti sempre in bilico al Paris Saint Germain dove gioca poco e in cui c'è il lato familiare che spinge per il ritorno in Italia. Non è l'unico nome in una lista che comprende anche Aubameyang e Martial, anche perché trattare con Leonardo non sarà semplice in virtù di un ingaggio da 10 milioni annui difficile da gestire per il complicato bilancio societario. E se sotto l'albero Allegri non dovesse ricevere il regalo tanto atteso, i saldi post-Natale potrebbero rappresentare un'ulteriore chance d'investimento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli