Juve, il retroscena sui tamponi di Ronaldo. Quando rientra? Tra Spezia, Champions e Lazio

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Cristiano Ronaldo freme dalla voglia di tornare in campo. Lo scivolone social al quale ha posto almeno in parte rimedio cancellando il commento sui tamponi, ma il danno ormai era stato fatto, fa capire anche l'ansia del campione.

Il giocatore della Juventus è asintomatico, non ha avuto febbre o problemi, sta bene e vuole giocare. Si sta allenando nella sua villa ed entra in contatto soltanto con una domestica. Georgina e i figli, invece, sono in un'altra ala della casa, al riparo dal possibile contagio.

MB Media/Getty Images
MB Media/Getty Images

CR7, fermo da 18 giorni, fa tamponi a ripetizione, in attesa di ricevere la buona notizia. Gli ultimi, a quanto pare, hanno registrato una carica virale bassa, sintomo che il giocatore è comunque in via di guarigione. Stando a quanto riferito da Tuttosport, il numero 7 della Juventus potrebbe tornare presto in campo per le leggi italiane. Il giocatore proverà a rientrare già nella prossima sfida contro lo Spezia. In caso contrario invece, secondo il regolamento italiano, le persone asintomatiche con bassa carica virale ma positive terminano il loro isolamento dopo 21 giorni, data che indica “nessun rischio di contagio”. Dunque CR7 potrebbe tornare ad allenarsi con il gruppo nella giornata di martedì e potrebbe poi rientrare o mercoledì con il Ferencvaros (più complicato) o l'8 novembre con la Lazio, in campionato.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.