Juve-Inter, scintille Agnelli-Conte: cosa è successo

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Scintille tra Antonio Conte e la Juventus. La semifinale di ritorno di Coppa Italia, con i bianconeri che eliminano l’Inter e volano in finale, è condita dai fuoriprogramma che ruotano attorno al tecnico nerazzurro. Complice lo stadio vuoto, in una cornice che amplifica gesti e parole, la partita va in archivio con una serie di episodi da moviola anche se non accaduti sul terreno di gioco. I tifosi su Twitter si concentrano quindi sul labiale di Andrea Agnelli, presidente bianconero, che al termine della partita sarebbe sbottato verso la panchina nerazzurra. Dall’altra parte, appassionati e non analizzano i fotogrammi dell’uscita dal campo di Conte alla fine del primo tempo: c’è un gesto poco urbano? È rivolto a chi? In mezzo, anche le discussioni per la caduta di Lautaro nell’area della Juve nel primo tempo: pochi nerazzurri reclamano il rigore, l’argentino cade da solo.

"Fonti Juve parlano di un alterco in tribuna a fine partita? Dovrebbero dire la verità, il quarto uomo ha visto cosa è successo tutta la partita, dovrebbero essere più educati. Non c'è niente da dire, servirebbe più sportività e rispetto che chi lavora". Lo ha detto il tecnico dell'Inter Antonio Conte ai microfoni della Rai. (Spr/Adnkronos)

Dalle immagini delle televisioni si vede il presidente Andrea Agnelli, senza mascherina, rivolgere alcune parole all'indirizzo della panchina nerazzurra al termine della gara terminata 0-0 che ha sancito la qualificazione dei bianconeri in finale di Coppa Italia. Secondo alcune ric ostruzioni il litigio sarebbe cominciato già a fine primo tempo.