Juve-Inter, una storia di polemiche: i 6 episodi più clamorosi e discussi

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il decisivo rigore fischiato a Cuadrado nel 3-2 della Juventus all'Inter nel penultimo turno del campionato 2020/21 è solo l'ultimo di una numerosa lista di episodi discussi che si sono verificati nella storia del Derby d'Italia. Proviamo a ricordarne qualcuno dei più 'recenti', riavvolgendo il nastro.

1. Il contatto Iuliano-Ronaldo

Mark Iuliano | Shaun Botterill/Getty Images
Mark Iuliano | Shaun Botterill/Getty Images


Siamo nel 1998 e c'è in palio un bel pezzo di scudetto. Il Fenomeno entra in contatto con Iuliano in area di rigore bianconera, ma l'arbitro Ceccarini non fischia e lascia correre: 30' secondi dopo concederà un calcio di rigore, ma nell'altra area a e favore della Juventus.

2. Il gol di Toldo

Toldo esulta | CHRISTOPHE SIMON/Getty Images
Toldo esulta | CHRISTOPHE SIMON/Getty Images


Questa volta siamo nel 2002, con la Juve in vantaggio dall'87' per un rigore trasformato dal Del Piero. Nel finale però l'Inter trova il pareggio con un gol in mischia e l'ultimo tocco di Toldo e Vieri in area bianconera: tante le proteste juventine.

3. La finale di Supercoppa italiana

Veron esulta | PACO SERINELLI/Getty Images
Veron esulta | PACO SERINELLI/Getty Images


L'Inter alza al cielo il trofeo del 2005 grazie alla rete di Veron, ma nei tempi regolamentari era stato annullato un gol regolare a Trezeguet. Anche qui tante proteste bianconere, siamo all'alba di Calciopoli.

4. La rete di Camoranesi

L'esultanza di Camoranesi e Trezeguet | New Press/Getty Images
L'esultanza di Camoranesi e Trezeguet | New Press/Getty Images


La Juventus torna in A dopo la retrocessione in Serie B e vince 2-1 con l'Inter a San Siro nella stagione 2007-2008. Come? Con un gol di Camoranosi in netto fuorigioco, come testimoniano chiaramente i vari replay.

5. Il primo ko allo Stadium

Stramaccioni allo Stadium | Claudio Villa/Getty Images
Stramaccioni allo Stadium | Claudio Villa/Getty Images


L'Inter di Stramaccioni fa cadere per la prima volta la Juventus all'Allianz Stadium. Siamo nel 2012 e il 3-1 in rimonta è frutto dell'orgoglio e delle reti di Milito e Palacio, che cancellano il disastro di Tagliavento e dell'assistente Preti: su tutti l'1-0 di Vidal che parte da un fuorigioco netto non sanzionato ad Asamoah e il mancato rosso dato a Lichtsteiner.

6. Il mancato rosso a Pjanic

Orsato in Inter-Juve | MARCO BERTORELLO/Getty Images
Orsato in Inter-Juve | MARCO BERTORELLO/Getty Images


Nel 2018 la Juve si gioca lo scudetto a distanza con il Napoli e deve per forza vincere a San Siro contro l'Inter, costretta in 10 dal 18' per l'espulsione a Vecino e sotto di un gol ma che riesce comunque a portarsi sul 2-1. In quella partita Orsato non sventola in faccia a Pjanic il secondo giallo per un fallo netto e scomposto su Rafinha e lascia la Juve in undici. E alla fine vince. A tre anni di distanza è lo stesso Orsato ad ammettere l'errore alla Rai: "Il fallo di Pjanic su Rafinha? Non serve andarlo a rivedere, sicuramente è un errore. La vicinanza non mi ha portato a vedere quello che poi ha mostrato la tv. L’ho vista in modo diverso, è stato un contrasto in volo e l’ho valutato male. Il VAR non è potuto intervenire per cui resta l’errore”.

Segui 90min su Facebook.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli