Juve, Kean torna in gran forma dalle vacanze e manda tre messaggi ad Allegri: il PSG non è più un’opzione

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Uno, due, tre, alza. Non è Elodie, ma Moise Kean, autore di un avvio di stagione sprint, che con i tre gol al Pinerolo nella sgambata di oggi ha alzato il livello dell’attenzione sul suo conto, in un momento in cui le riflessioni in casa Juve sono fitte su quella zona del campo. Dopo l’addio di Morata, tornato all’Atletico Madrid, è proprio Moise l’attuale vice Vlahovic, con un prestito dall’Everton che dovrebbe durare ancora un anno salvo manovre per girarlo subito in cambio di altri giocatori, anticipando il riscatto per 28 milioni di euro. Ma questa soluzione va facendosi via via più complicata. RIEN NE VA PLUS – Una possibile destinazione poteva essere il PSG, che tra le proprie fila ha giocatori come Kimpembe e soprattutto Paredes e che conosce bene Kean, che proprio a Parigi si è espresso sui livelli migliori in carriere; tuttavia, l’arrivo di Ekitike come attaccante di scorta taglia la strada ad un ritorno dell’italiano. Al momento, per la Juve, la pista Arnautovic trova la decisa opposizione della dirigenza del Bologna, e il ritorno di Morata con un terzo prestito verrà discusso magari in occasione dell’amichevole con l'Atletico in programma a Tel Aviv il 7 agosto. Ma per quella data, Moise Kean, continuando così, potrebbe aver già convinto Allegri e Cherubini a concentrarsi su altri ruoli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli