Juve, Milenkovic resta nel mirino: le condizioni

·1 minuto per la lettura

Un anno alla scadenza, un futuro tutto da decidere. Nikola Milenkovic entra domani negli ultimi dodici mesi di contratto con la Fiorentina, con la quale ha deciso di non andare oltre. Nonostante le proposte di rinnovo arrivate da Commisso, pronto ad alzargli l'ingaggio attuale, circa 800 mila euro netti, il difensore serbo ha scelto di non prolungare, motivo per il quale dovrà essere ceduto in questa finestra di mercato, o al massimo il prossimo gennaio, per evitare di perderlo gratis. A meno che le parti trovino l'accordo per un rinnovo di un solo anno, fino al 2023 (soluzione proposta dai viola), che rimanderebbe la decisione.

LO SCENARIO - Ipotesi, che al momento non viene presa in considerazione dall'entourage del serbo, capitanata da Ramadani. Che lo ha offerto in Inghilterra, dove piace al West Ham, che aspetta la mossa della Juve, da tempo estimatore del ragazzo cresciuto nel Partizan. Per ora non ci sono state proposte ufficiali perché a Torino la priorità è cedere. Là dietro c'è grande affollamento, un assalto a Milenkovic partirà solo se verrà trovata una sistemazione a Demiral e Rugani, sul piede di partenza. La Fiorentina per il suo cartellino chiede tra i 15 e i 20 milioni di euro, ma il prezzo potrebbe abbassarsi con l'avvicinarsi del 31 agosto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli