Juve, Morata: 'A gennaio potevo andare al Barcellona, una chiamata di Allegri ha bloccato tutto'

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Nel mercato di gennaio Alvaro Morata è stato davvero vicino all'addio alla Juventus. Le cose per lo spagnolo non giravano e a Barcellona era arrivato Xavi che aveva alzato il telefono per convincerlo a trasferirsi. Una situazione che tre mesi fa vi abbiamo raccontato con dettagli e retroscena e che conferma lo stesso Morata in un'intervista a Men's Health Espana: "Potevo andare al Barcellona a gennaio, ma l'allenatore mi ha detto che sarebbe arrivato un altro attaccante e che io avrei giocato un po' più indietro, da seconda punta. In quel momento, si sono chiuse tutte le porte".

IL NUOVO SCENARIO - Oggi lo scenario è cambiato: il Barcellona non c'è più, la Juventus vorrebbe riscattare Morata ma sta provando a ottenere uno sconto dall'Atletico Madrid rispetto ai 35 milioni stabiliti nel contratto. L'offerta di 15 è ritenuta troppo bassa dai Colchoneros, ma dietro al rifiuto degli spagnoli c'è l'Arsenal pronto a fare una proposta superiore a quella della Juve (ma che non arriverebbe comunque a 35 milioni). I dirigenti bianconeri non hanno fretta e mantengono la calma, consapevoli che Morata a Torino sta bene e la priorità del giocatore è la maglia bianconera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli