Juve, Morata punto debole: serve uno da 20 gol e non è lui. Riscatto lontano

·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Alvaro Morata è uno dei punti deboli della Juventus di questa stagione. Al netto dell'infortunio che ha accusato, i numeri per lo spagnolo sono impietosi: 3 gol in 11 presenze, solo 2 in 8 partite in campionato. A Morata non si chiede il numero di reti che garantiva Cristiano Ronaldo, questo è ovvio, ma un apporto in zona gol così povero, per un attaccante che forse mai in carriera ha avuto così tanto spazio, e una maglia da titolare garantita, non era preventivabile. E non è accettabile. Max Allegri, dopo la sconfitta di ieri con il Sassuolo, ha invitato a guardare avanti con fiducia: "Morata a fine stagione avrà fatto gol importanti per vincere le partite". Parole dovute, l'allenatore della Juve non potrebbe dire diversamente, in questo momento. Ma intanto la società guarda la classifica dei marcatori e vede che nelle prime posizioni non c'è il centravanti della Juve, di fianco a quelli delle altre big. E corre ai ripari, programmando come primo e indispensabile rinforzo, in vista delle prossime campagne acquisti, un centravanti da almeno 20 gol a campionato, individuato in Dusan Vlahovic.

IL RISCATTO SI ALLONTANA - E Morata? In questa stagione avrà ancora tante chance, ma il suo futuro in bianconero è tutt'altro che sicuro. Al termine della stagione, infatti, scadrà il secondo anno di prestito dall'Atletico Madrid e la Juve dovrà decidere se esercitare o meno il diritto di riscatto previsto nell'accordo con i Colchoneros. La cifra è stata fissata due anni fa: per acquistare il classe '92 i bianconeri dovranno versare 35 milioni di euro, che si andrebbero a sommare ai 20 pagati per le due stagioni in prestito. Una decisione definitiva non è ancora stata presa, ma con un rendimento come quello attuale il riscatto di Morata diventa sempre più difficile da pensare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli