Juve, piano d'emergenza per il mercato di gennaio: ecco chi può arrivare per salvare la Champions

·2 minuto per la lettura

La Juventus affonda. E lo fa sempre più in fretta. Dopo la sconfitta contro il Sassuolo serviva una sterzata coll Verona, una reazione d'orgoglio per far capire che quel ko era stato solo un caso. Niente da fare però, i bianconeri crollano anche contro l'ex Tudor e Allegri esce dal campo a testa bassa. Quindici punti come Fiorentina e proprio Verona, nono posto per via della differenza reti e una classifica che inizia a preoccupare. -13 dal Napoli capolista. E ora, nel mirino c'è la qualificazione in Champions. Per cercare di portare a casa almeno quella.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Agnelli: "Siamo la Juve, puntiamo a vincere sempre"

L'OBIETTIVO - La società è già proiettata sul mercato di gennaio per provare a correre ai ripari dopo un avvio di stagione decisamente negativo. L'obiettivo numero uno si chiama Dusan Vlahovic, considerato il profilo ideale per provare a rialzarsi. Classe 2000, attaccante già pronto per il presente e possibile top player per il futuro. Un'opportunità che la Juve non vuole farsi sfuggire ma da qui a gennaio dovrà monitorare anche le mosse degli altri club interessati alla punta della Fiorentina: dal Tottenham all'Atletico Madrid, la concorrenza è tanta e i bianconeri studiano come giocare d'anticipo.

LA RINUNCIA - Per questo, al momento potrebbe essere congelato l'altro obiettivo, il centrocampista francese Aurelian Tchouameni del Monaco, anche lui classe 2000. Priorità all'attacco quindi, dove Morata, Dybala e gli altri stanno facendo fatica a segnare. Vlahovic più Tchouameni insieme a gennaio? Difficile, difficilissimo. Quel tesoretto da circa 40 milioni non bastano per prendere tutti e due, così la società è pronta a fare all in per la punta facendo l'investimento importante lì davanti.

OBIETTIVI LOW COST - Anche il centrocampo però ha bisogno di rinforzi, così l'idea è quella di cercare profili low cost che abbiano una valutazione inferiore a quella del giocatore del Monaco. I nomi? Da Witsel e Tolisso, vecchi obiettivi di mercato tornati nel mirino dei bianconeri ed entrambi in scadenza di contratto con Borussia Dortmund e Bayern Monaco, a Nicolò Rovella, già preso dalla Juve l'anno scorso e lasciato in prestito al Genoa: l'accordo era quello di lasciarlo in prestito in rossoblù fino a giugno, ma i dirigenti stanno valutando con Allegri se portarlo a Torino con sei mesi d'anticipo. Idee e valutazioni per rimediare al brutto avvio di stagione: la Juve avvia il piano emergenza per il mercato, c'è la qualificazione in Champions da salvare.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Nedved: "Scudetto? La rimonta è possibile"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli