Juve, Pirlo: "Non dobbiamo prendere lo schiaffo per reagire. Bene Dybala. Ronaldo? Ecco come lo farò giocare"

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

La Juventus non è andata oltre l'1-1 contro il Verona nonostante una grande mole di palle-gol creata dalla formazione bianconera. Andrea Pirlo, allenatore della Juve, ha parlato ai microfoni di Sky Sport commentando il pareggio di questa sera allo Stadium. Ecco le sue parole.

C'è sempre bisogno di uno schiaffo per reagire?

"Non dovrebbe essere così. Abbiamo fatto un primo tempo troppo attendista, eravamo attendisti con i centrocampisti ma le occasioni migliori le abbiamo create noi anche nel primo tempo, poi dopo il gol di Favilli abbiamo reagito ma non dobbiamo prendere lo schiaffo per reagire".

Pirlo, tecnico della Juventus | DeFodi Images/Getty Images
Pirlo, tecnico della Juventus | DeFodi Images/Getty Images

Kulusevski?

"Veniva da 6 partite consecutive e lo abbiamo fatto riposare, dovevamo aspettare ed era anche l'unico cambio che avevamo, ha fatto bene".

Dybala?

"Non ci aspettavamo potesse restare in campo per tutti e 90 minuti ma si è dato da fare, ha corso fino al 90', è una nota positiva".

Bonucci?

"Aveva sentito qualcosa già a Kiev, aveva stretto i denti per stasera, valuteremo le sue condizioni domani con calma".

Quali difficoltà avete incontrato oggi e in questo avvio di stagione? I due centrocampisti centrali devono occupare troppo spazio?

"Quando giochi contro il Verona, così come con l'Atalanta, è sempre complicato perché loro ti vengono a prendere uomo contro uomo e si basano sui duelli, abbiamo provato delle giocate di prima e sono venute bene, è mancato l'ultimo passaggio. Contro di loro è dura per tutti ma potevamo fare meglio. Arthur era alla seconda partita e ha tenuto bene, anche nella gestione della palla, ma sicuramente dobbiamo migliorare".

In Champions l'approccio non è stato sbagliato: come puoi migliorare questa cosa?

"Sapevamo che questa gara sarebbe stata più difficile soprattutto per la pressione e per il gioco uomo contro uomo. Dobbiamo partire sin dall'inizio con una certa determinazione perché le partite si vincono anche così".

Quale sarà il ruolo di Ronaldo al rientro?

"Abbiamo in mente di poterlo fare giocare con Morata e/o Dybala, ci adattiamo poi in base agli avversari. Da esterno non gioca, più un centro-sinistra, venire dentro il campo e per giocare con Dybala, ma anche Kulusevski. Oggi ci è mancata l'ampiezza con Chiesa e abbiamo provato a far recuperare la condizione a Bernardeschi che veniva da un po' di inattività".

I giocatori sono preoccupati a mantenere le posizioni in base alle tue richieste?

"L'importante è mantenere le posizioni d'attacco coperte, l'importante è muoversi in certi tipe di zone per creare scompiglio".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.