Juve, Raiola: "De Ligt? Ci stanno delle difficoltà iniziali". Poi la frecciata a Bonucci

Antonio Parrotto
90min

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!

Matthijs de Ligt è un altro degli assistiti di Mino Raiola. Il procuratore è stato grande protagonista delle ultime ore, con le sue dichiarazioni arrivate dopo aver assistito alla sfida di Coppa Italia tra Milan e ​Juventus.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

FIFA World Cup 2018 Russia"Germany v Mexico"
FIFA World Cup 2018 Russia"Germany v Mexico"

Sfida nella sfida tra i due suoi assistiti De Ligt e ​Ibra. Raiola si è detto emozionato per questo scontro generazionale, tra il nuovo che avanza e il vecchio non ha alcuna intenzione di arrendersi e di smettere.


Nel corso dell'intervista rilasciata ai microfoni di SportMediaset, Mino Raiola ha parlato così della prima stagione in bianconero di Matthijs de Ligt: "De Ligt era già felice, il suo calo è stato più un caso mediatico che personale. Lui ha sempre vissuto questo avvio di avventura come doveva: il primo anno, specialmente quando vai in una squadra come la Juventus, è molto difficile. E' entrato all'Ajax a 12 anni e conosceva un tipo di calcio, un solo club. E quando cambi devi mettere in conto che il primo anno in un altro contesto può essere più complicato. Lo scontro con Ibra? Zlatan contro Matthijs è stato un duello emozionante per me. Vedo un’epoca nuova entrare e un’epoca che sta agli ultimi sgoccioli anche se potrebbe durare ancora 10 anni. Certo, per De Ligt sarebbe stato meglio avere professore ​Chiellini a fianco perché è difficile essere buttato subito a mare".

Oggi il procuratore è andato a pranzo, a Torino, con il difensore. Occasione per fare il punto sulla prima annata di Matthijs in bianconero.

Potrebbe interessarti anche...