Juve, Ronaldo in sospeso: può essere convocato in extremis con Verona e Barcellona a patto di alcune condizioni

Niccolò Mariotto
·1 minuto per la lettura

Corsa contro il tempo in casa Juventus. A 24 ore dalla partita contro il Verona di domani i bianconeri sperano di poter avere a disposizione Cristiano Ronaldo che dallo scorso 14 ottobre è indisponibile per la sua positività al Covid-19.

Jonathan Moscrop/Getty Images
Jonathan Moscrop/Getty Images

Il fuoriclasse portoghese sta bene, è sempre stato asintomatico e si sta allenando a casa in attesa di un tampone negativo che possa permettergli di ritornare a giocare. La voglia di campo di CR7 è tanta ma purtroppo per lui e della Juventus non dipende da lui. Per poter tornare a giocare regolarmente al portoghese, oltre a un tampone negativo che ancora non ha, servono anche 24 ore di test medici che certifichino una condizione atletica ottimale: se tutto va per il verso giusto Ronaldo domani potrebbe essere convocato in extremis, in caso contrario tornerà a disposizione per la gara contro lo Spezia del prossimo weekend.

Diverso invece il discorso per quanto riguarda il match di Champions con il Barcellona in programma mercoledì prossimo: per poter essere della partita Ronaldo dovrà risultare negativo al Covid entro 24 ore dalla gara perché già mercoledì la Juve, in base ai regolamenti in vigore, ha inviato alla UEFA tutta la documentazione sul suo stato di salute.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.