Juve sotto inchiesta, il quaderno di Cherubini: 'Paratici, eccessivo rircorso a plusvalenze artificiali'

Arrivano dalle pagine del Corriere della Sera nuove indiscrezioni sull'indagine della Procura della Repubblica di Torino sulla Juventus e su i suoi dirigenti accusati fra i tanti capi anche di falso in bilancio. In particolare fra il materiale sequestrato lo scorso 26 novembre presso la sede e gli uffici del club bianconero è saltato fuori un quaderno di proprietà dell'attuale ds Cherubini e che riguarda le operazioni di mercato oggetto d'indagine e completate dall'allora ds Fabio Paratici.

"Il libro nero di F. Paratici", racconta il Corriere era l'appunto segnato da Cherubini, che ricopriva il ruolo di vice dell'oggi ds del Tottenham. Secondo gli inquirenti nel quaderno sono scritti alcuni rilievi fatti dall'ex dirigente del Foligno alla "gestione Paratici". Tra i "rilievi annotati" ce n’è uno in particolare che aveva attirato l’attenzione degli inquirenti: "Eccessivo ricorso a plusvalenze artificiali".

Le plusvalenze fittizie sono uno dei rami d'inchiesta che hanno portato i PM Bendoni e Santoriello a ratificare l'avviso di fine indagini nei cofronti di Agnelli, Arrivabene Paratici e altri ex-dirigenti e che oggi ha convinto la Procura della Figc a riaprire l'inchiesta da tempo archiviata.