Juve spalle al muro, Pirlo: "Sono tranquillo"

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

"Io sto bene, ho parlato con la proprietà e non è la prima volta, sono tranquillo". Andrea Pirlo e la Juventus si giocano molto, se non tutto, nel finale di campionato. I campioni d'Italia vanno a Udine per conquistare punti utili per un posto Champions. "L’Udinese è una squadra molto fisica, ha giocatori con spiccate doti tecniche come De Paul e Pereyra, prende pochi gol e si difende molto bene. É una partita importante per noi, loro stanno attraversando un momento positivo e sarà una gara difficile. Sappiamo che questo è un momento rilevante, mancano cinque partite alla fine del campionato e la finale di Coppa Italia. Abbiamo bisogno di fare punti per centrare la qualificazione in Champions League. Io sto bene, ho parlato con la proprietà e non è la prima volta, sono tranquillo", dice Pirlo, alle prese con le voci sul ritorno di Massimiliano Allegri a Torino.

La formazione domani è praticamente obbliogata, viste le assenze. "Ronaldo è carico e sereno. Cristiano giocherà in attacco insieme a Dybala: anche lui si è allenato bene questa settimana ed ha messo benzina nelle gambe. Morata invece non sta benissimo, ha avuto un problemino al polpaccio, oggi valuteremo le sue condizioni e se portarlo a Udine o no", dice.

"Danilo sta bene, Chiesa un po’ meno visto che si è allenato a parte, non è ancora al cento per cento. Arthur si è allenato solo ieri con la squadra per un altro problema, Ramsey ha svolto lavoro a parte in settimana. Kulusevski potrebbe partire dall’inizio: è sempre positivo ed ha voglia di migliorarsi", aggiunge.