Juve, test su Dybala, Matuidi e Rugani per capire se il Coronavirus ha lasciato ulteriori segni: i dettagli

Antonio Parrotto
·1 minuto per la lettura

Daniele Rugani, difensore centrale della Juventus, è stato il primo giocatore ad aver contratto il Coronavirus. Il centrale bianconero è stato seguito da due compagni di squadra, ovvero l'attaccante Paulo Dybala e il centrocampista Blaise Matuidi.


Juventus v FC Internazionale - Serie A
Juventus v FC Internazionale - Serie A

Una importante inchiesta medica pubblicata nei giorni scorsi aveva annunciato che in alcuni casi i malati di coronavirus avrebbero potuto soffrire di problemi cronici alle vie respiratorie poiché il Covid-19, attacca i polmoni e potrebbe lasciare delle cicatrici che riducono l'elasticità delle fibre polmonari.


In casa Juve sono stati eseguiti esami a tappeto, in particolare sui tre calciatori che anno contratto il virus nel corso degli ultimi mesi. Rugani e Matuidi non hanno mostrato, sin da subito, gravi sintomi influenzali e gli esami sono stati fin da subito a posto. Secondo quanto riferito da Tuttosport, la Juve ha studiato un piano medico importante per Dybala, positivo al virus per oltre 45 giorni. Ora il giocatore si sta allenando a pieno regime, senza problemi di sorta, ma è sottoposto a rigidi controlli ogni 2 giorni dallo staff medico bianconero. Tutti gli esami effettuati sin qui stanno dando esito positivo e il giocatore non sta riscontrando alcun tipo di problemi fisici nella ripresa degli allenamenti anche sotto intenso sforzo. Un grande sospiro di sollievo per i tre bianconeri e per il club.


Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!