Juve-Torino, le pagelle di CM: male Dybala e Ronaldo, McKennie cambia tutto. Belotti non basta

Nicola Balice, inviato a Torino
·3 minuto per la lettura

Juventus-Torino 2-1

Juventus

Szczesny 7: in questo momento è decisivo, evita lo 0-2 con una parata strepitosa su Zaza Cuadrado 7: ha lo spunto per andare via ad Ansaldi ogni volta che vuole, ma non lo fa come dovrebbe. Suoi però gli l'assist per McKennie e Bonucci, semplicemente decisivo. De Ligt 6: un gigante, Belotti gli dà filo da torcere ma lui in pratica tappa ogni falla che l'intera difesa bianconera concede. Bonucci 6,5: anche sfortunato, finisce nella terra di nessuno in occasione del gol di Nkoulou. Non sta ancora bene e si vede. Ma vive il derby come nessun altro e trova il gol della vittoria. Danilo 5: spesso in ritardo, sbaglia appoggi anche elementari (26' st Alex Sandro 6: prova ad allargare la manovra bianconera. Kulusevski 4,5: una prestazione da né carne né pesce, la sensazione è che insieme a Dybala finisca per annullarsi (12' st Ramsey 5: nemmeno si nota) Bentancur 5,5: che fine ha fatto il giocatore degli ultimi due anni? Si batte e si sbatte, ma così non può bastare. Si fa spazzare via da Meité sul gol dello 0-1. Rabiot 5: fa sempre qualcosa di troppo o di troppo poco, fuori partita (26' st McKennie 7: un gol importante, con i suoi tagli aiuta la Juve a riempire l'area) Chiesa 6: dopo i fasti di Champions compie un salto all'indietro, ma è lui a suonare la carica. Dybala 5: non è davanti e non è dietro, impalpabile. Qualunque sia il problema, va risolto quanto prima (45' st Bernardeschi sv). Ronaldo 5: stranamente fuori fase, non riesce a prendere le misure né su Singo quando si allarga né sui centrali granata. Guarda anche lui Nkoulou insaccare.

All. Pirlo 6: la Juve gioca male, veramente male. Il possesso di palla è totale ma sterile, i passaggi a vuoto spaventosi. Però vince ed è molto importante, un derby non ha bisogno di troppi orpelli. Ma la strada da fare è veramente in salita.

Torino Sirigu 6: non viene chiamato a particolari interventi Lyanco 6,5: è tornato a livelli importanti, tra le note positive di un complicato avvio di stagione del Toro c'è anche lui, praticamente segna un gol quando salva su Dybala ma poi arriva la beffa firmata Bonucci. Nkoulou 6,5: al posto giusto nel momento giusto Rodriguez 6,5: da terzo centrale sta fornendo segnali positivi Singo 6,5: è una forza della natura sulla destra, da sgrezzare ma con un potenziale immenso. Però si perde lui McKennie, errore pesante. Meité 6: come sempre alterna cose buone a passaggi a vuoto. Rincon 6: con personalità davanti alla difesa, graziato da Orsato quando entra a piedi uniti su Dybala. Linetty 5,5: sbaglia spesso l'ultimo passaggio però riparte in contropiede con tempi che ha solo lui nel Toro (45' st Segre sv). Ansaldi 5,5: giocare col 3-5-2 consente a Giampaolo di contare su di lui, ma i gol arrivano dal piede del suo dirimpettaio (46' st Bonazzoli sv) Zaza 5,5: fa la guerra là davanti ma si divora il gol dello 0-2, uscendo litiga pure con Giampaolo. Ma quando esce poi il Toro sparisce (29' st Lukic 5,5: torna dopo lo stop forzato, uno spezzone da sottopunta). Belotti 7: è l'anima del Toro, fa tutto e lo fa per tutti. Non segna, ma è quasi un dettaglio questa volta. E la palla per Zaza è una meraviglia.

All. Giampaolo 5,5: torna dopo tante partite saltate per Covid e centra l'impresa nel derby. Lo gioca anche lui, è una furia in panchina, è quello che serve. Eppure il Toro perde ancora e perde in rimonta, chiudersi così se poi resti con un pugno di mosche in mano risulta essere una scelta sbagliata.