Juve, torna Allegri. Da Lippi a Trapattoni: come sono andati i ritorni in bianconero?

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

La Juventus sta per riabbracciare Massimiliano Allegri. L'allenatore toscano prenderà il posto dell'esonerato Andrea Pirlo. Sarà la seconda volta di Max sulla panchina del club bianconero. Ma come sono gli altri allenatori che hanno fatto ritorno sulla panchina della Juventus?

I ritorni in panchina alla Juventus

Prima dell'Allegri-bis c'è stato il Lippi-bis. Marcello Lippi ha allenato la Juve negli anni '90. Esonerato nel febbraio del 1999 tornò a Torino dopo il flop all'Inter. E la Juventus, nel 2001, con Lippi in panchina, vinsse due Scudetti in tre anni, perdendo poi la finale di Champions League con il Milan nel 2003.

Giovanni Trapattoni | Matthew Horwood/Getty Images
Giovanni Trapattoni | Matthew Horwood/Getty Images

Giovanni Trapattoni dal 1976 al 1986 ha vinto sei Scudetti con la Juventus. Poi vinse un campionato con l'Inter e a 52 anni, nei primi anni '90, tornò a Torino, senza però riuscire a bissare i successi del primo periodo. Trap però riuscì a vincere la Coppa Uefa nel 1992-93 in finale contro il Dortmund. Tornando un po' indietro, negli anni 60', ci fu Carlo Parola, che vinse due scudetti e una Coppa Italia, poi nel 1959 andò via per poi essere richiamato dopo pochi mesi ma con scarsi risultati chiudendo il suo terzo campionato in bianconero addirittura al 12° posto. Nel 1974 poi un altro ritorno con uno Scudetto vinto in due anni. Tra gli anni 30 e gli anni 40 fu la volta del ritorno di Virginio Rosetta. Nella stagione 42-43, dopo aver vinto una Coppa Italia dal 1935 al 1939, tornò alla Juve, chiudendo al terzo posto in Serie A.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità della Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli