Juve, tutti i dubbi di (e su) Rugani: alla Sampdoria serve una mano, no alla Turchia

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Daniele Rugani e la Juventus, una storia mai decollata fino in fondo. Almeno quanto all'impiego in campo. Anche in questa sessione di mercato, non mancano le richieste per il centrale ex Empoli, ma nessuno, in Italia, sembra in grado di potergli garantire il massiccio ingaggio da 3 milioni all'anno. Tradotto: chiunque, delle squadre di medio-bassa classifica, volendo rinforzarsi con Rugani, deve chiedere alla Juve di pagare parte dell'ingaggio accettando un prestito.

NIENTE TURCHIA - A certe cifre possono arrivare club come il Galatasaray, che ha fatto grandi spese in termini di salari con Mertens e Torreira attesi in serata ad Istanbul, ma Rugani vorrebbe rimanere in Italia e ha detto no. Rimane sul piatto la proposta della Sampdoria.

OSTI E FAGGIANO ALL'ATTACCO - Al momento i blucerchiati hanno 4 difensori: Ferrari, Colley, Leverbe e Murillo. Ma quest'ultimo può essere tranquillamente fatto uscire se in compenso può arrivare un centrale più forte. Il problema è che da Genova non possono spingersi oltre il milione e mezzo di ingaggio, dunque ecco la solita richiesta alla Vecchia Signora: contribuire al 50% del salario. La risposta di Cherubini? Freddina, ma i discorsi vanno avanti. Per il momento, la difesa della Juve rimane a posto con Bremer, Bonucci, Gatti e Rugani.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli