Juventus, Allegri predica calma: "Bisogna giocare il ritorno"

Massimiliano Allegri al termine di Juventus-Torino: "Lo scudetto non sarà matematico domani? Almeno evitiamo il trambusto: martedì abbiamo il Monaco".

Questa sera la Juventus ha compiuto due passi importanti verso la finalissima di Champions League. Due passi come i goal siglati al Monaco al Louis II che, di fatto, spianano la strada verso Cardiff ai bianconeri.

Successo che Massimiliano Allegri non può che esaltare ai microfoni di 'Sport Mediaset': "Complimenti alla squadra per questo match che non era affatto semplice. Il Monaco è forte, ha molta tecnica. Abbiamo sbagliato qualche cross di troppo, poi Buffon ha fatto una grandissima parata sullo 0-0. Ad inizio ripresa abbiamo subito un paio di azioni contro, ma c'è da essere contenti. C'è ancora la partita di ritorno da giocare in cui loro non avranno nulla da perdere".

Sull'esclusione di Cuadrado... "Con fuori Khedira, visto che il Monaco gioca molto sulle ripartenze, avevo bisogno di giocatori che mi desse maggiori garanzie difensive e che salta, perché Marchisio non è un saltatore, a differenza di Khedira".

Quindi il tecnico si è soffermato sia sull'aspetto fisico che tecnico: "Il merito è di tutto lo staff. Noi oggi abbiamo seguito troppo ad uomo gli avversari anche in situazioni in cui serviva la zona. Abbiamo subito solo due o tre situazioni, quando Barzagli è rimasto due contro uno. Si può far meglio tecnicamente, anche perché ad un certo punto abbiamo giocato troppo la palla all'indietro. Era una partita secondo me molto difficile".

Impossibile non riservare considerazioni per Buffon: "Quando ci sono le partite serie Gigi è il numero uno al mondo e lo dimostra. Questi giocatori vengono fuori in partite come questa".

Le ultime parole sono per Dani Alves e Pjanic: "Inizialmente Dani è venuto con una mentalità diversa, ora è diventato molto più concreto. Sono molto arrabbiato con Miralem, perché ogni tanto non è lucido e perde il pallone. Deve essere sempre convinto di poter fare le cose. Ma i complimenti vanno a tutti. Questa stagione può diventare straordinaria".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità