Juventus, a Bergamo niente calcoli in vista del Monaco: dentro i migliori

Ultime settimane di passione. La Juventus, in piena corsa in tutte le competizioni, s'appresta ad effettuare un nuovo passo verso il sesto Scudetto di fila. L'ostacolo imminente si chiama Atalanta, ha una classifica esaltante e, contro i pentacampioni, proverà a compiere l'ennesimo salto di qualità. Nulla da perdere per la Dea, alle prese attualmente con la quinta piazza su vista Europa, ruolino di marcia impronosticabile ad inizio stagione.

Eppure, con idee e personalità, Gian Piero Gasperini è riuscito a costruire una favola. La compagine bergamasca, formata dal giusto mix tra talenti totali e profili con esperienza, gioca un calcio spumeggiante. E la famiglia Percassi, dopo aver già venduto Mattia Caldara proprio alla Juventus, pregusta altre cessioni eccellenti da compiere nella finestra estiva. Insomma, i nerazzurri stanno vivendo un momento magico, entusiasmo come base del discorso per poter chiudere magistralmente un'annata calcistica maestosa.

La Champions League chiama, la Juventus la prossima settimana non potrà fallire l'appuntamento di Montecarlo. Eppure, nonostante la posta in palio fuori dall'Europa che conta sia delle più elevate, la Vecchia Signora non distoglie la concentrazione dagli impegni nostrani. Allo stadio “Atleti Azzurri d'Italia”, infatti, Massimiliano Allegri proporrà il miglior assetto possibile, senza fare grossi calcoli pensando alla sfida contro gli uomini di Leonardo Jardim.

A Bergamo andrà in scena il 4-2-3-1. Dopo il riposo ottenuto con il Genoa, Buffon tornerà a difendere i pali della Vecchia Signora. Dani Alves sulla fascia destra, Bonucci e Chiellini al centro, Alex Sandro sulla corsia mancina. Rugani non convocato per un trauma contusivo.

gonzalo higuain sami khedira juventus turin champions league 041217

A centrocampo, complice la squalifica da scontare nella semifinale d'andata di Champions League, Khedira partirà titolare affiancato da Pjanic. Là davanti tutto confermato con Cuadrado, Dybala e Mandzukic ad agire alle spalle di Higuain.

Complessivamente, per Allegri le buone notizie provengono dall'infermeria. Mandragora, trovando nell'ultimo turno di campionato 6' affrontando il suo ex Genoa, ha fatto il debutto ufficiale tra le fila di Madama. Mattiello, da qualche tempo a questa parte abile e arruolabile, continua a migliorare atleticamente.

Così come il baby Kean, dopo la distorsione alla caviglia rimediata al Torneo di Viareggio, sfrutterà la settimana per trovare minutaggio con la Primavera. Opzioni in più per l'allenatore livornese, abituato a valorizzare la linea verde, non perdendo prima di tutto il contatto con la realtà, la stessa che impone la totale abnegazione per chiudere definitivamente il discorso tricolore.

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità