Juventus, concluso l'aumento di capitale da 300 milioni

La Juventus ha concluso l'iter per la sottoscrizione di un aumento da capitale da 300 milioni che servirà per far fronte ai costi di gestione.
La Juventus ha concluso l'iter per la sottoscrizione di un aumento da capitale da 300 milioni che servirà per far fronte ai costi di gestione.

Il 21 novembre l'annuncio di John Elkann, oggi quello del club: la Juventus ha sottoscritto un aumento di capitale da 300 milioni che testimonia della voglia di continuare a competere ai massimi livelli, battagliando con i top club europei anche per quanto riguarda l'aspetto economico e non solo sul campo.

Questo il comunicato emesso dalla società bianconera.

"Facendo seguito al comunicato stampa diffuso in data 23 dicembre 2019, Juventus Football Club S.p.A. (“Juventus”) rende noto che, a seguito della vendita nel corso della prima seduta di Borsa del 23 dicembre 2019 di tutti i rimanenti n. 24.825.450 diritti di opzione non esercitati durante il periodo di offerta in opzione (i “Diritti Non Esercitati”), sono state sottoscritte n. 7.944.144 azioni ordinarie di nuova emissione Juventus (le “Azioni”) rinvenienti dall’esercizio integrale dei Diritti Non Esercitati.

Tenuto conto anche delle n. 314.541.184 Azioni già sottoscritte nel periodo di offerta in opzione, risultano pertanto complessivamente sottoscritte n. 322.485.328 Azioni, pari al 100% delle Azioni offerte nel contesto dell’aumento di capitale, per un controvalore complessivo pari a Euro 299.911.355,04.

Juventus provvederà, nei termini di legge, a depositare l’attestazione di cui all’articolo 2444 del codice civile presso il Registro delle Imprese di Torino".

Per la Juventus un'ulteriore iniezione di liquidità in attesa dell'ufficialità del colpo Kulusevski, che ha già effettuato le visite mediche con la 'Vecchia Signora'.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...