Juventus, Emre Can torna a lamentarsi: "Non sono contento"

Nuove dichiarazioni di Emre Can dalla Germania: "Ho giocato una partita dall'inizio, quindi non sono contento. Ma continuerò a lavorare su me stesso".
Nuove dichiarazioni di Emre Can dalla Germania: "Ho giocato una partita dall'inizio, quindi non sono contento. Ma continuerò a lavorare su me stesso".

Emre Can torna a parlare. E, naturalmente, non sono parole intrise di felicità. Perché la sua situazione è ormai chiara a tutti: escluso dalla lista Champions e raramente preso in considerazione da Sarri, il centrocampista tedesco potrebbe lasciare la Juventus già a gennaio.


Che l'ex Liverpool non stia vivendo il momento più felice della propria carriera, poi, è confermato dalle sue ultime dichiarazioni: quelle rilasciate al magazine tedesco 'Kicker', in un'intervista in cui Emre Can ha pure criticato apertamente molti giovani calciatori "per come gestiscono il loro talento".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Io sono solo un ragazzo ambizioso che vuole sempre competere ai massimi livelli. Ma sto anche imparando da questo momento difficile, nel quale le cose non vanno come speravo. Ho giocato una partita dall'inizio, quindi non sono contento. Ma rimarrò forte e continuerò a lavorare su me stesso. Nel calcio può sempre succedere di tutto".

Parole che, inevitabilmente, vanno legate all'ormai celeberrimo sfogo di inizio settembre: quello in cui Emre Can, appena escluso dalla lista Champions della Juventus, non era riuscito a trattenere la propria ira nei confronti del club bianconero.

L'aria tra Emre Can e la Juventus, insomma, continua a essere piuttosto tesa. E una separazione già a gennaio appare una soluzione più che praticabile: il Manchester United, che così tanto vorrebbe riportare l'Ex centrocampista del Liverpool in Premier League, rimane alla finestra.

Potrebbe interessarti anche...