Juventus-Fiorentina, Montella rivela: "Cristiano Ronaldo poteva venire al Milan"

Goal.com

La Fiorentina, che non vince addirittura da due mesi, sabato pomeriggio fa visita alla Juventus a cui basta solo un punto per festeggiare l'ottavo Scudetto consecutivo.

Vincenzo Montella in conferenza stampa non nasconde che il pensiero dei viola sia in parte al ritorno della semifinale di Coppa Italia, in programma giovedì prossimo a Bergamo contro l'Atalanta.

"Mi aspetto una Juventus delusa ma feroce. Sapranno voltare pagina velocemente, spero non accada stavolta ma dobbiamo pensare a noi. Qualche Primavera? Sicuramente porterò un ragazzo a Torino, in base alle esigenze di ruolo sceglierò. Il pensiero è anche alla partita contro l’Atalanta, è troppo importante. Abbiamo giorni per recuperare ma è possibile che qualcuno riposi".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il tecnico della Fiorentina quindi fa chiarezza sul suo rapporto con Bernardeschi ai tempi in cui era in viola.

’"L'ho fatto debuttare io, poi si fece male. Non è vero che se io fossi rimasto, lui sarebbe andato via. Se lo dice, non sono d’accordo".


Montella invece rivela che ai tempi del Milan avrebbe potuto allenare anche Cristiano Ronaldo.

"Se n’è parlato quando ero al Milan, ma non ci ho mai creduto fino in fondo. Ma c’era la possibilità che venisse. Ronaldo è un punto di riferimento per chi vuol fare il calciatore, Messi ha un talento che non tutti hanno la fortuna di avere".

Infine l'allenatore viola difende la Juventus dalle critiche piovute sui bianconeri dopo la sconfitta contro l'Ajax.

"Sicuramente nessuno se lo aspettava. Ma negli ultimi quattro anni, la Juventus ha fatto due finali di Champions League. Tolto il Real Madrid, chi ha fatto questo?".

Potrebbe interessarti anche...