Juventus, Higuain rivela: "Lasciare Napoli è stato un momento molto triste"

Mentre si avvicina l'atteso confronto in Champions League contro il Barcellona, il bomber della Juventus, Gonzalo Higuain, si è concesso ai microfoni del quotidiano 'El Mundo', al quale ha rivelato particolari inediti sul suo passato, in particolare sui suoi trasferimenti dal Real Madrid al Napoli, e successivamente dal club azzurro ai bianconeri.

"Il calcio è fatto di gioia e di tristezza. - ha affermato il 'Pipita' - Se il Bernabeu mi ha fatto piangere? Naturalmente, quando sono dovuto andar via da Madrid. Ugualmente quando ho lasciato Napoli. Sento sempre un affetto speciale per i posti che devo abbandonare. Quando ho dovuto lasciare le due città è stato un momento molto triste".

"Quando sono andato alla Juventus - ha aggiunto - sapevo che cosa fosse questo club, per quali obiettivi lottasse, quello che stava costruendo anno dopo anno. Ora l'ho potuto verificare, ed è simile al Real Madrid".

"Sono stato felice ogni anno, in ogni squadra in cui ho giocato. - ha sottolineato - E lo sono ora. Sono convinto della decisione che ho preso. Torino è una città che dà ciò che promette. La cosa che più ha richiamato la mia attenzione è il rispetto dei tifosi, che per strada ci cercano, ma restando coscienti che il calcio per noi è solo un lavoro".

Il centravanti argentino ha poi voluto smentire i presunti attriti con Cristiano Ronaldo quando indossava la camiseta blanca: "Non è vero, - ha assicurato - non ho mai detto che il mio rapporto con Cristiano era difficile. Non avrei potuto giocato tre anni con lui se il rapporto fra di noi fosse stato cattivo. Il rapporto con lui era normale, era sempre cordiale. Lo rispetto e lo ammiro per tutto quello che ha fatto. Se vado a Madrid e lo vedo, fra noi è tutto ok".

Gonzalo Higuain Paulo Dybala Juventus Napoli Coppa Italia

Ottimo è sicuramente il rapporto con l'attuale partner d'attacco, Paulo Dybala: "Non lo conoscevo prima, - ha detto Higuain - ma il fatto che anche lui fosse argentino mi ha aiutato a legare con lui. Ne è nata un'amicizia speciale, e si vede".

"Se gli consiglierei di andare al Real? Io non posso dare consigli a nessuno. - ha ribattuto l'argentino - Paulo è molto giovane, e ha davanti una carriera che se vuole potrebbe essere favolosa. Io ho quasi 30 anni, sta a lui decidere il suo destino".

Infine sulla sfida stellare fra i bianconeri e il Barcellona: "Per molti anni il Barcellona ha rappresentato il top a livello calcistico, ma è stata sorteggiato come nostro avversario e siamo pronti ad affrontarlo. - ha affermato Higuain - Dobbiamo avere fiducia in noi, perché siamo convinti che possiamo passare il turno. Messi è sempre il migliore al mondo, ma abbiamo fiducia in noi stessi. Combatteremo nelle 2 partite fino alla morte".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità