Juventus-Inter in chiaro? No, la Legge Melandri blocca tutto

Goal.com
Il Ministro dello Sport ha parlato al 'Corriere della Sera': "Il governo ha dato due possibilità: rinviare o giocare a porte chiuse".
Il Ministro dello Sport ha parlato al 'Corriere della Sera': "Il governo ha dato due possibilità: rinviare o giocare a porte chiuse".

Nella giornata di martedì vi abbiamo raccontato l'ipotesi che Juventus-Inter venisse trasmessa in chiaro, in via eccezionale. Ma così, al 99%, non sarà.

Come riportato dalla 'Gazzetta dello Sport', infatti, nonostante Sky offrisse la possibilità e Rai e Mediaset fossero disponibili ad accoglierla, non ci sarà nessuna partita in chiaro. Il motivo? La Legge Melandri che regola la trasmissione delle partite su pay tv.

Come prevede la legge Melandri, ovvero il testo che disciplina la commercializzazione dei diritti televisivi del calcio, la partita non potrà essere trasmessa in chiaro da nessun emittente, visto che il bando di assegnazione dei diritti non prevedeva l'assegnazione dei medesimi in chiaro in alcun pacchetto. Sky, quindi, nè chiunque altro li detiene.

A meno che non venga fatta una deroga alla Legge Melandri o che arrivi un intervento legislativo, come invocava ieri il Codacons, con un decreto ad hoc, la partita non potrà essere trasmessa in chiaro.

E visti i tempi stretti per queste cose, con ogni probabilità solo gli abbonati a Sky potranno guardare il Derby d'Italia, che sarà giocato a porte chiuse.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...