Juventus-Napoli, la storia si ripete: De Laurentiis pensa al rinvio della Supercoppa. Le motivazioni

Stefano Bertocchi
·1 minuto per la lettura

La storia si ripete. E vede ancora protagoniste Juventus e Napoli. Dopo il caos legato alle Asl che ha portato alla mancata disputa del match di campionato dello scorso ottobre (che dovrà essere ora giocato dopo che il Collegio di Garanzia del Coni ha accolto il ricorso del club azzurro sul 3-0 a tavolino), Aurelio De Laurentiis, presidente del club partenopeo, avrebbe fatto sapere di non voler giocare il match in programma il 20 gennaio a Reggio Emilia e valido per la Supercoppa Italiana, proponendo di scendere in campo a maggio una volta che la Serie A sarà già arrivata ai titoli di coda.

Aurelio De Laurentiis e Andrea Agnelli | FILIPPO MONTEFORTE/Getty Images
Aurelio De Laurentiis e Andrea Agnelli | FILIPPO MONTEFORTE/Getty Images

È quanto scrive oggi il quotidiano La Repubblica, che riferisce poi come nei colloqui con i vertici della Lega Serie A, dov'era presente anche il numero uno del club bianconero Andrea Agnelli, DeLa ha toccato l'argomento dell'eccessivo numero di casi da Covid-19 a Reggio Emilia: una tesi però reputata assai fragile, anche perché nella stessa Campania ci sono più casi che in Emilia Romagna.

L'altra motivazione a cui si è aggrappato il presidente del Napoli è legata all'assenza di pubblico, ormai una costante in questo periodo e in tutte le competizioni.

VIDEO - Gattuso sulla sentenza Juve-Napoli: “Noi eravamo in buona fede”