Juventus-Napoli, quale tra le due squadre è stata effettivamente penalizzata dall'ASL?

Francesco Manno
·2 minuto per la lettura

Facciamo subito una premessa: in questo articolo non ci vogliamo esporre sul caso Juventus-Napoli. Saranno i giudici a stabilire la verità e a punire o meno gli azzurri con la sconfitta a tavolino. Ciò che ci preme analizzare è il momento storico delle due squadre. Se Juventus-Napoli si fosse giocata, chi avrebbe avuto maggiori chances di portare a casa i tre punti? Quale tra le due squadre è stata effettivamente penalizzata dall'ASL?

Andrea Pirlo, come comunicato dalla società bianconera attraverso Twitter, avrebbe giocato con la seguente formazione: Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Kulusevski, Arthur, Bentancur, Cuadrado; Ramsey; Dybala, Ronaldo. Una squadra, quindi, molto più competitiva rispetto a quella che ha rimediato solo un pareggio col Crotone. Cuadrado, Dybala e Ronaldo, per citare solo tre esempi, sono decisamente superiori ai vari Portanova, Chiesa e Morata.

Il Napoli, lo scorso quattro ottobre, a differenza della formazione schierata contro l'Atalanta, non avrebbe avuto il nuovo acquisto Bakayoko. Avrebbe giocato, come ha dichiarato lo stesso Gattuso, con Diego Demme. Il coach calabrese avrebbe quindi messo in campo i seguenti 11: Ospina; Koulibaly, Manolas, Hysaj, Di Lorenzo; Demme, Fabian; Mertens, Lozano, Politano; Osimhen.

Kalidou Koulibaly | DeFodi Images/Getty Images
Kalidou Koulibaly | DeFodi Images/Getty Images

Il Napoli, pur senza Zielinski, Elmas e Insigne, ha dimostrato di essere una grande squadra. Elmas è solo una riserva. Zielinski può essere tranquillamente sostituito (prima da Demme, ora da Bakayoko). Insigne è un grande calciatore, ma a sinistra Lozano non lo sta facendo certamente rimpiangere. La Juventus, con Ronaldo, Dybala e le incursioni di Ronaldo, avrebbe avuto un potenziale offensivo enorme. La risposta alla nostra domanda è la seguente: ad essere penalizzati sono stati i tifosi. Hanno perso un grande spettacolo. A milioni di sportivi in tutto il mondo è stato negato il piacere di assistere a una partita dagli alti contenuti tecnici. Magari l'ASL avrà avuto le sue ragioni, non sta a noi giudicare certe decisioni, ma un pizzico di magone resta per chi ama il calcio...

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus, del Napoli e della Serie A.