Juventus, a Pescara pensando al Barcellona: robusto turnover per Allegri

Gambe a Pescara, testa a Barcellona. Smaltita la sbornia europea di martedì sera, per la Juventus è tempo di concentrarsi nuovamente sul campionato. Prossima tappa: “Stadio Adriatico”. Sulla carta una sfida totalmente ìmpari, l'ultima della classe (14 punti) ad ospitare la prima (77 lunghezze). Ma la Serie A, come accaduto recentemente col clamoroso successo del Crotone sull'Inter, spesso e volentieri si diverte a proporre l'effetto sorpresa.

I bianconeri viaggiano spediti verso la conquista del sesto scudetto consecutivo, sette ostacoli da saltare amministrando il più sei sulla Roma, discreto vantaggio considerando il traguardo sempre più vicino. Max Allegri, facendo leva su una rosa duttile e profonda, contro Zdenek Zeman effettuerà un turnover corposo, proiettato a risparmiare molti big in vista della super sfida del “Camp Nou”.

Probabile che il sistema di gioco non cambi: 4-2-3-1. Pur applicando le necessarie rotazioni, infatti, i penta-campioni hanno sempre mantenuto un'identità ben definita, perfezionando completamente i dettami di un modulo che ben si sta comportando anche in Champions League. Per questo motivo, domani pomeriggio, il tecnico toscano non dovrebbe far registrare grossi cambiamenti.

Tra i pali non ci sarà Buffon, reduce da una parata pazzesca su Iniesta, a testimonianza di come – nonostante le 39 primavere – detti ancora legge. Riposo per lui, dentro Neto. Linea difensiva composta da Lichtsteiner sulla destra, coppia centrale formata da Barzagli e uno tra Rugani e Benatia, Asamoah ad occupare la fascia sinistra.

A centrocampo, non ancora al top per giocare più impegni ravvicinati, Marchisio detterà i tempi supportato dalla sostanza, verosimilmente, di Rincon. L'ex Genoa, da quando è approdato sotto la Mole, ha racimolato 13 presenze: gregario prezioso.

In zona offensiva l'unico a riposare dovrebbe essere Cuadrado, Lemina il sostituto. Dybala, fresco di rinnovo, ad agire sulla parte centrale del campo con Mandzukic alla sua sinistra. A completare lo scacchiere ecco Higuain, giunto a 27 goal stagionali in 43 presenze.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità