Juventus, squadra in ritiro fino a sabato

·1 minuto per la lettura

La Juventus in ritiro da domani fino a sabato. Questa la decisione presa dalla società bianconera dopo la sconfitta con il Verona, la seconda di fila in campionato dopo il Sassuolo allo Stadium. Una scelta di rottura rispetto al recente passato, presa al termine di una mattinata di allenamento e confronto tra Allegri e il gruppo. E che va nella direzione di ritrovare unità di gruppo, stringersi insieme in questo momento di difficoltà.

La Juve non andava in ritiro dall'ottobre 2015, sempre gestione Allegri, dopo un ko contro il Sassuolo. Ieri il tecnico bianconero, dopo il ko col Verona, aveva così parlato della possibilità di andare in ritiro: "Sul ritiro vedremo: domani facciamo allenamento, poi vediamo. Ci sono momenti in cui si fa perché deve servire, per riposare, non tanto per punizione. Domani ci ritroveremo e vedremo il da farsi".

Insomma, il ritiro non è tanto una scelta punitiva, quanto più una presa di responsabilità da parte della squadra, anticipata dalle parole di Dybala di ieri sera ("Ricordiamoci che siamo la Juve, dobbiamo portare rispetto per questa maglia, per la sua storia e per i grandi campioni che la hanno indossata").

La squadra resterà dunque in ritiro al J Hotel fino alla partita di sabato allo Stadium con la Fiorentina, l'ultima prima della sosta per le nazionali. Nel mezzo, martedì, la sfida in Champions League contro lo Zenit San Pietroburgo (sempre allo Stadium).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli