Kalulu da record, con lui in campo il Milan non subisce gol: Pioli, ora merita più spazio. E il suo valore...

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Un ruolino impressionante. Il Milan non ha ancora subito gol in Serie A con Pierre Kalulu in campo, in questa stagione: il difensore francese ha giocato 311 minuti finora in campionato e in questo lasso di tempo i rossoneri non hanno mai incassato una rete. Quasi quattro partite senza subire, una statistica incredibile per il terzino arrivato a parametro zero dal Lione, che grazie al lavoro sapiente di Stefano Pioli sta cominciando ad imporsi in maniera sempre più rilevante in prima squadra, dopo gli esordi dell'anno scorso in Primavera, e ha moltiplicato il proprio valore di mercato.

LA PRIMA ANNATA DA DIFENSORE CENTRALE - Prima annata da comprimario diventato improvvisamente protagonista, a causa della prolungata assenza per infortunio dei difensori centrali: lanciato in un ruolo non suo, ha saputo sempre rispondere presente, mettendo a referto 18 presenze e una rete nella stagione di debutto in Italia, spesso in una posizione nella quale non era avvezzo a giocare.

VIA DALOT, E' IL VICE CALABRIA: IL 2000 NECESSARIO - Poi in estate il Milan non rileva Dalot dal Manchester United e investe il classe 2000 del ruolo di vice-Calabria: come spesso gli capita, Kalulu viene ad essere utile quasi per caso inizialmente, per necessità più che per voglia. Ma quando entra, dimostra di avere la personalità e la caratura per poter tranquillamente giocare nei rossoneri, al contrario forse di qualche compagno di squadra.

LE PROVE CONTRO JUVE E INTER, il 'GOL' AL PORTO: IL 12ESIMO UOMO - Ottima prestazione disputata contro la Juve, nella quale sfiora il gol della vittoria, altra splendida partita da subentrato contro l'Inter, anche qui andando vicino al clamoroso centro del 2-1, dopo essere entrato al 45' pure nella sfida Champions contro il Porto, nella quale ha messo a segno la rete che tiene ancora vivo il Milan e le sue speranze qualificazione, con la complicità di Mbemba: risolve problemi e si esalta, offrendo spesso prestazioni che lo fanno rientrare tra i migliori in campo. Senza dimenticare il dato della porta inviolata con lui in campo: da vice Calabria o vice Theo Hernandez, ora merita di essere lui il primo sostituto. E Pioli se ne sta accorgendo.

@AleDigio89

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli