Keita è esploso, ma è rebus sul futuro: rinnova con la Lazio o sarà ceduto?

La Lazio farà a meno di Keita Balde nell'amichevole contro la Triestina: una decisione di Inzaghi e della società, un segnale chiaro.

E' stato un pomeriggio da incorniciare quello di domenica per l'attaccante della Lazio, Keita Balde. Il giocatore senegalese di passaporto spagnolo ha infatti realizzato una splendida tripletta in appena 6' nella netta vittoria biancoceleste per 6-2 contro il Palermo, ponendo fine a un'astinenza che durava da un mese.

La sua tripletta, siglata fra il 21' e il 26' del primo tempo, è anche diventata la più veloce di un giocatore della Lazio in Serie A. Non la più veloce in assoluto, visto che il record resta di Valentino Mazzola.

Per Keita, che a fine gara si è portato via il pallone della partita, sono ora 11 le reti complessive in questa stagione in 27 presenze. "Sono felicissimo per la mia prima tripletta, è un bel ricordo. - ha detto l'attaccante nel dopo partita - Ma soprattutto per la bella vittoria della Lazio. Era importantissimo vincere. Abbiamo avuto un buon approccio alla gara, ma pure col Genoa meritavamo i tre punti. Contro il Palermo siamo scesi in campo cattivi e concentrati come sempre, siamo stati pure fortunati e abbiamo vinto".

Ora però per la punta, che appare definitivamente esplosa, c'è da sciogliere il nodo riguardante il suo futuro: "Rinnovo? Io parlo con Inzaghi solo delle questioni tattiche, su cosa devo fare sul terreno di gioco. Niente altro", ha assicurato Keita.

Il suo allenatore però manda un chiaro messaggio al presidente Lotito e alla società: "Keita, De Vrij e Biglia - ha affermato - sono 3 top player che la società farebbe bene a tenere". 

Non è un mistero che Milan, Juventus e Napoli siano in pressing sul giocatore, con i rossoneri in pole position sulle rivali. Il suo contratto scade nel 2018, la Lazio dovrà fare in fretta se vorrà trattenere il giocatore.

Il suo procuratore Roberto Calenda, tramite Twitter, ha però voluto rinviare ogni discorso alla fine del campionato, commentando così tutte le voci di mercato che riguardano lo spagnolo-senegalese ed anche la circostanza secondo la quale avrebbe salutato già la curva laziale: "Nessun accordo, nessun saluto, nessun incontro. Tutte invenzioni post tripletta".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità