Klopp non se lo spiega: "L'Atletico Madrid è forte, perché non gioca a calcio?"

Goal.com

La sorpresa degli ottavi di finale di Champions League è senza dubbio l'eliminazione dei campioni d'Europa in carica del Liverpool: gli inglesi non sono riusciti a ribaltare lo 0-1 del 'Wanda Metropolitano' ad 'Anfield' contro l'Atletico Madrid, capace addirittura di vincere in rimonta durante i tempi supplementari.

Battuta d'arresto arrivata dopo due finali consecutive, colpo duro da assorbire per Jurgen Klopp che ai microfoni di 'BT Sport' si è fatto una domanda ben precisa relativa ai 'Colchoneros' di Diego Simeone.

"Sono soddisfatto della prestazione, è difficile giocare contro una squadra come questa. L'Atletico Madrid ha tanta qualità ma non capisco una cosa: potrebbero giocare un calcio vero ma preferiscono attaccare in contropiede. Ovviamente lo accettiamo, ma stasera non mi sento bene: mi rendo conto di essere davvero un cattivo perdente. I ragazzi si sono sforzati tanto contro giocatori di livello mondiale che difendono con due linee da quattro".

Un momento in particolare ha segnato la svolta della partita in favore dell'Atletico Madrid.

"Negli ultimi anni abbiamo avuto delle esperienze fortunate in Champions, raggiungendo due finali: oggi però è stato tutto contro di noi nei momenti decisivi. Il goal del 2-1 non è stato bello ma, quello che ci ha tagliato le gambe, è stato il secondo".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...