Kobayashi regala alla Cadillac l'ultimo primato Roar a Daytona

Francesco Corghi

E' della Cadillac di Kamui Kobayashi il miglior crono dell'ultima sessione di prove del weekend dei test Roar a Daytona. I piloti che prenderanno parte alla 24h d'apertura della stagione IMSA sono scesi in pista in Florida per la settima volta, affinando le rispettive vetture prima della gara di fine mese.

Il giapponese del Team Konica Minolta ha portato la sua DPi-V.R. al comando con il tempo di 1'34"533, staccando la Mazda #77 del Team Joest con sopra Oliver Jarvis per meno di 2 decimi.

Terzo tempo a mezzo secondo dalla vetta per Loic Duval sulla Cadillac #5 della Mustang Sampling Racing / JDC-Miller Motorsports, seguito a sorpresa dal leader della Classe LMP2, ovvero Nicolas Lapierre, che porta in Top5 la Oreca 07 #8 della Tower Motorsport by Starworks tenendosi alle spalle la Cadillac #85 della JDC-Miller MotorSports condotta da Matheus Leist, ultimo concorrente della Classe DPi in azione dato che tutti gli altri della categoria hanno preferito restare ai box, così come diversi loro colleghi in una sessione che ha visto girare 28 vetture su 40.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

A seguire abbiamo un terzetto di Oreca LMP2, con Harrison Newey sesto su quella della DragonSpeed, Ryan Lewis per la Era Motorsport e Nick Boulle, portacolori della PR1 Mathiansen Motorsports.

La Top10 viene completata dalle Porsche 911 RSR-19 regine delle GTLM: sugli scudi abbiamo in 1'42"965 Earl Bamber con la #912 e Matt Campbell sulla gemella #911 a +0"178, con la Ferrari 488 della Risi Competizioni undicesima assoluta e terza di categoria grazie a Daniel Serra.

La Corvette C8.R chiude invece quarta con Marcel Fassler, il quale precede la BMW M8 di Bruno Spengler (Team RLL).

Fra le GTD svetta la Acura NSX di Alvaro Parente (Heinricher Racing w/MSR Curb-Agajanian) in 1'46"155, per un soffio davanti alle Lamborghini di GRT Magnus e GEAR Racing-GRT guidate da Andy Lally e Rachel Frey, mentre le due Lexus griffate AIM Vasser Sullivan inseguono a distanza ravvicinata le vetture del Toro.

Potrebbe interessarti anche...