L'Al-Sadd conferma, Xavi e il Barcellona vicini: "Gli auguriamo ogni successo"

Xavi ha svelato di aver rifiutato la panchina del Barcellona: “Ho ricevuto un’offerta, ma è troppo presto per andarci”.
Xavi ha svelato di aver rifiutato la panchina del Barcellona: “Ho ricevuto un’offerta, ma è troppo presto per andarci”.

L'eliminazione dalla Supercoppa di Spagna può essere decisiva per Valverde, sempre più osteggiato dai tifosi del Barcellona e in grosso dubbio non solo per la prossima stagione, ma bensì già per queste settimane. Il nome più caldo è quello di Xavi, per il quale Al-Sadd ha confermato l'interesse blaugrana.


Muhammad Ghulam Al Balush, direttore sportivo dell'Al-Sadd, ha confermato come Xavi e Barcellona stiano negoziando un passaggio immediato in Spagna: Bartomeu vuole l'ex fuoriclasse e idolo blaugrana subito in panchina, nonostante un solo anno come tecnico professionista.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Al Balush è chiarissimo, non smentisce e anzi avvicina l'ex centrocampista ai blaugrana:

"Auguriamo a Xavi ogni successo ovunque vada, ci sono dei contatti con il Barcellona".

In teoria Xavi è sotto contratto come allenatore dell'Al-Sadd fino a giugno, ma potrebbe approdare al Barcellona già durante questa settimana. Del resto i rapporti tra il giovane allenatore e il club del Qatar, con il quale ha chiuso la carriera prima di intraprendere la carriera da allenatore, sono eccellenti.

Da canto suo Xavi predica calma:

"Non ho ricevuto offerte dal Barcellona, ho incontrato Abidal solo perchè è un amico. Rispetto Valverde. Il mio sogno è allenare quel club, ma ora sono concentrato sull'Al-Sadd".

L'ex compagno e attuale dirigente del Barcellona, Eric Abidal, è a Doha per convincere Xavi insieme a Oscar Grau, CEO dei blaugrana: nei prossimi giorni la decisione definivita del 39enne spagnolo, che escludendo gli ultimi quattro anni ha sempre difeso i colori del club catalano.

Xavi è stato allenato da grandi maestri come Guardiola, Van Gaal e Rijkaard nel corso della sua avventura al Barcellona, rubando i segreti da allenatore ad ognuno di loro. Per questo Bartomeu, presidente della società spagnola, è deciso a riportarlo in città al posto di Valverde per renderlo nuovo idolo, anche in panchina.

Il classe 1969 rimarrà per sempre nei cuori dei tifosi del Barcellona, visti gli anni da fuoriclasse del centrocampo, ora potrebbe avere l'onore di sedersi in panchina. Col rischio di bruciarsi o al contrario, di risollevare il morale discontinuo dei tifosi.

 

 

Potrebbe interessarti anche...