Inter ripresa al 97', Pioli recrimina e punge Montella: "Parla troppo degli altri"

Il tecnico dell'Inter, Stefano Pioli, commenta il pareggio maturato contro il Milan: "Sapevamo che non era finita".

All’ Inter non sono bastati due goal di vantaggio per riuscire ad imporsi nel derby della Madonnina. La compagine nerazzurra infatti, è stata raggiunta sul 2-2 al 97’ da un goal realizzato da Cristian Zapata.

Stefano Pioli , parlando ai microfoni di Sky , ha così commentato la gara: “ Nessuno di noi era convinto che la partita fosse già vinta, sappiamo che le gare si chiudono all’ultimo secondo. Abbiamo avuto con Biabiany l’occasione per archiviare il discorso ma non l’abbiamo sfruttata, poi è arrivato quel calcio d’angolo ”.

L’Inter cercava punti importanti in ottica europea: “ Vincere oggi avrebbe pesato molto, potevamo superare il Milan. Sarebbe state una vittoria molto significativa, la corsa europea era difficile ed ora lo è ancora di più, ma mancano sei partite ”.

Il tecnico nerazzurro ha anche spiegato i suoi cambi: “ Il Milan giocava con quattro giocatori d’attacco e noi non dovevamo concedere loro spazi. Abbiamo subito due goal da palla inattiva, ci serviva più scaltrezza. Non siamo stati penalizzati dai cambiamenti tattici, avevamo due giocatori offensivi ed eravamo in parità numerica a centrocampo. Ora tutti i giudizi cambiano con quel corner ”.

L’Inter è parsa forse poco cattiva nel momento clou: “ In parte è anche vero ma il Milan non ha avuto grandi occasioni nella ripresa. Eravamo messi bene, la gestione era buona, siamo stati condannati da due palle inattive ”.

Da settimane si parla con insistenza del futuro di Pioli: “ Il tutto è legato a quello che deciderà la società, non si deve valutare una sola partita ma l’intero percorso ”.

Stefano Pioli, in conferenza stampa, ha poi aggiunto: “Pensare alle dimissioni? Sia quando i risultati sono positivi che negativi c’è sempre la responsabilità di qualcuno. Io al termine della gara ho solo pensato a come rilanciare la squadra perché il campionato non è finito”.

Infine anche una stilettata a Montella che ha accusato l’Inter di aver provato a perdere tempo: “Lui è un bravo allenatore ma parla troppo spesso degli avversari. Deve pensare a lavorare per il Milan, noi siamo l’Inter e vogliamo sempre vincere in maniera corretta”.

 

 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità