L'Inter vola, Conte: "Il gruppo è cresciuto nelle difficoltà"

Il tecnico dell’Inter, Antonio Conte, commenta la vittoria ottenuta contro il Genoa: “Noi l’abbiamo resa facile, alleno un grande gruppo”.
Il tecnico dell’Inter, Antonio Conte, commenta la vittoria ottenuta contro il Genoa: “Noi l’abbiamo resa facile, alleno un grande gruppo”.

Si chiude come meglio non poteva il 2019 dell’Inter. La compagine nerazzurra infatti, imponendosi per 4-0 contro il Genoa, manda un ulteriore messaggio alle sue rivali e soprattutto mette in cascina quei punti che le consentono di agganciare nuovamente la Juventus in vetta alla classifica del campionato di Serie A.

Antonio Conte, intervistato ai microfoni di Sky dopo il triplice fischio finale della sfida di San Siro, ha commentato la prova dei suoi ragazzi.

“La squadra è cresciuta in tutto e per tutto, ma non penso che si dovesse aspettare oggi per dirlo. Non è la prima volta che abbiamo dovuto affrontare certe problematiche, anche se forse in questa occasione erano più accentuate. Le difficoltà hanno responsabilizzato questo gruppo, tutti i giocatori sono stati coinvolti con la massima professionalità. Dobbiamo continuare a credere nel lavoro, è questa la cosa che non va mai dimenticata. Siamo arrivati fin qui grazie al lavoro e alla professionali di giocatori che hanno voglia di crescere ancora. Oggi avevamo tante assenze, ma abbiamo giocato una buonissima gara. Gaglardini non era al top, ma si è messo a disposizione, Vecino aveva un problema al polpaccio e anche Borja Valero non era al meglio. Puoi solo essere contento se vedi dei ragazzi che mettono il bene della squadra prima di se stessi”.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

La sessione invernale di calciomercato sta per aprirsi, ma Conte non ha ‘letterine di Natale’ da scrivere.

“Se lo facessi mancherei di rispetto ad un gruppo di ragazzi straordinario che sta dando tutto. Abbiamo fatto i conti con problemi importanti, ma la cosa ha responsabilizzato i giocatori. Adesso dobbiamo continuare a stupire, a fare qualcosa di bello”.

Quella con il Genoa è stata anche la partita di Esposito.

“Quando l’ho trovato in ritiro questa estate era un bambino, ora è cresciuto. Si è meritato la possibilità di giocare dal 1’ perché è un ragazzo serio, sveglio che ha un futuro importante. In famiglia ha persone che lo aiutano, il papà faceva l’allenatore, ma ci sono anche io. Oggi non era semplice, l’abbiamo resa noi semplice”.

Per l’Inter è arrivato il momento del meritato riposo.

“I ragazzi si sono meritati queste vacanze, ci rivedremo domenica prossima, so che sono molto responsabili. Non dobbiamo mollare, sanno che anche nel corso delle feste ci deve essere un momento dedicato a me. Io sono sereno, per me è un piacere andare al campo e allenare questo gruppo eccezionale”.

Per Conte non si tratta del primo Natale festeggiato da capolista.

“Sono sempre stati primati un po’ sorprendenti. Ricordo il primo anno con la Juve e quello con il Chelsea. C’è ancora della strada da fare, dobbiamo provare insieme alla Lazio, la Roma, l’Atalanta, il Napoli e anche il Milan a rendere questo campionato più avvincente. Già in passato si è stati primi a Natale e poi ci si è qualificati per la Champions solo all’ultima giornata. Resta un cammino difficile, restiamo con i piedi per terra”.

Potrebbe interessarti anche...