L'orgoglio di Jorginho: "Juventus messa sotto, grande risultato per noi"

Jorginho critica le scelte di Ventura: il centrocampista del Napoli ritiene di meritare la maglia azzurra, che in passato ha vestito in due occasioni.

"Sto vivendo un momento molto buono e il merito è di tutta la squadra". Jorginho, ospite ai microfoni di 'Radio Kiss Kiss', è tornato nell'undici titolare dopo la sconfitta casalinga del Napoli con l'Atalanta e da allora gli azzurri non hanno più perso: 5 vittorie ed un pareggio, contro quella Juventus battuta invece nella semifinale di ritorno di Coppa Italia. Peccato per il gruppo Sarri che non sia bastato in ottica qualificazione, dopo il ko dell'andata.

"La Juventus è una squadra fortissima e lo ha confermato anche al Camp Nou. Essere riusciti a metterla sotto è un grande risultato per noi - gonfia il petto Jorginho - Sono cose che ci rendono ancora più consapevoli delle nostre possibilità, direi che stiamo facendo il percorso giusto".

La mente dei partenopei, però, deve andare solo alla prossima sfida col Sassuolo. "Un avversario in salute, che in casa si esprime sempre in modo brillante. Giocheremo alle 12.30, un orario mai comodo", sottolinea Jorginho, che in qualche modo fa venire alla mente una vecchia lamentela di Maurizio Sarri riguardo all'orario del lunch match.

Polemiche a parte, per il Napoli c'è una missione Champions da compiere. "Crediamo nel secondo posto e faremo di tutto per conquistarlo", assicura Jorginho, che chiude parlando di Nazionale: "Sono già stato nell'orbita e vorrei tornare a giocare nell'Italia".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità