L’Inter passa a Praga contro lo Slavia, riaperta la qualificazione

L’Inter passa a Praga contro lo Slavia, riaperta la qualificazione
L’Inter passa a Praga contro lo Slavia, riaperta la qualificazione

Match fondamentale a Praga per l’Inter chiamata a vincere contro lo Slavia per riaprire il discorso legato alla qualificazione per gli ottavi di finale di Champions League. I quattro punti conquistati nelle prime 4 giornate costringevano la squadra di Antonio Conte al successo per continuare a sperare, visti i sette punti del Borussia Dortmund e gli otto del Barcellona ormai candidato alla prima posizione. Al Sinobo Stadium termina 1-3 per l’Inter.

Slavia Praga-Inter, la cronaca del match

Prima frazione di gara molto equilibrata a Praga con l’Inter più interessata a non lasciare spazi alla squadra di casa come accaduto nel match di andata a San Siro. Sono proprio i nerazzurri a passare in vantaggio con l’uomo della Champions League Lautaro Martinez, che premia l’assist di Romelu Lukaku. Alla mezz’ora l’episodio che sembra poter cambiare il leitmotiv della partita: l’Inter realizza il raddoppio con l’attaccante belga ma il Var ferma tutto e richiama l’attenzione del direttore di gara, che non aveva visto in precedenza un contatto falloso di De Vrij. Calcio di rigore per lo Slavia trasformato dal capitano Soucek, è 1-1.

Nel secondo tempo accade davvero di tutto, perché il Praga inizia ad accusare il dispendio energetico dei primi 45 minuti. Doppia traversa Inter con Lukaku prima, Brozovic poi. Al 73′ è lo Slavia che va ad un passo dalla rete del vantaggio con Masopust, ma Handanovic è super e salva il risultato. A dieci minuti dalla fine arriva il 2-1 per la squadra di Conte che passa con Lukaku, sfruttando un errore della retroguardia ceca. Nel finale arriva anche il 3-1 di Lautaro Martinez, che chiude definitivamente il match di Praga.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...