La battaglia di Tommasi: "Squalificare i giocatori che hanno rapporti con i tifosi"

Il presidente dell'AIC, Tommasi, lancia la sua proposta: "Sbagliato che le squadre vadano sotto la Curva, serve la squalifica per i giocatori".

Il presidente dell'AIC, Damiano Tommasi, ascoltato in audizione stamane davanti alla Commissione Antimafia, ha lanciato la sua personale battaglia contro i rapporti stretti fra giocatori e tifoserie, ritenuti un male per il calcio.

"E' sbagliato che le squadre vadano sotto la curva. I calciatori sono troppo spesso non preparati alla gestione di certi fenomeni. - ha sostenuto l'ex centrocampista della Roma - Il culmine è arrivato con la partita di Europa League Roma-Fiorentina, nell'aprile 2015, con i giocatori che interloquivano con i tifosi". 

"La cosa si era già vista nella finale di Coppa Italia 2014 Napoli-Fiorentina. - ha ricordato ancora Tommasi - La gestione di quella finale da parte degli atleti la ricordiamo, il capitano del Napoli, Hamsik, ha rivestito un ruolo forse non consono per un giocatore"

"Dopo Fiorentina-Roma abbiamo contribuito ad emanare regole in Consiglio federale, pur trovando opposizione. - ha affermato Tommasi - Volevamo come prima sanzione la squalifica per rapporti tifosi-calciatori, se attuata questa sarebbe un buon deterrente".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità