La Brexit è realtà: le reazioni da Salvini a Zingaretti

Yahoo Notizie

La Gran Bretagna, dallo scoccare della mezzanotte, non è più nell'Unione Europea. Poco prima era cominciato un conto alla rovescia sulla facciata di Downing Street e un altro sulle scogliere di Dover. Una folla di euroscettici riunita a Westminster Square ha celebrato l'evento, mentre a Edimburgo, in Scozia, una contromanifestazione è tornata a chiedere un nuovo referendum per staccarsi da Londra e tornare nell'Ue. Mentre per Johnson è "l'alba di una nuova era", ecco le reazioni dei politici italiani.

SFOGLIA LA GALLERY - Brexit, ironia social: i meme più divertenti

Il leader della Lega Matteo Salvini ha commentato così la Brexit: "Smentiti tutti i profeti di sventura che avevano previsto catastrofi economiche, il popolo britannico ha dimostrato orgoglio, coraggio e visione, i suoi politici hanno rispettato la volontà dei cittadini: una lezione di Democrazia a chi invece, ad esempio in Italia, della volontà popolare se ne frega. Io lavoro per cambiare questa Europa da dentro, perché l'Italia torni ad essere protagonista".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Il segretario dem Nicola Zingaretti ha detto: “Da oggi il Regno Unito è fuori dall'Ue e così il processo di integrazione non solo subisce un colpo, ma assistiamo a un ritorno indietro in un processo meraviglioso".

"Sono convinto che la Gran Bretagna avrà problemi. E fra 15/20 anni torneranno", ha dichiarato Romano Prodi.

La Brexit "segna una definitiva frattura nell'Ue, la più grande intuizione politica, la vera invenzione pacifica e pacifista. L'Ue perde un Paese e che Paese! La frattura della Brexit è sul breve periodo una sconfitta. Brexit non è una piccola vicenda, è una frattura enorme". Lo ha detto Matteo Renzi aprendo la prima Assemblea nazionale di Italia Viva a Roma.

VIDEO - 5 domande sulla Brexit

Potrebbe interessarti anche...